Acam,la questione rifiuti continua a far discutere.

Fa ancora discutere la questione rifiuti a Spezia e in provincia. Le strade cittadine continuano a essere sporche, in alcuni punti i cassonetti sono pieni di sacchetti e col caldo gli odori risultano decisamente poco piacevoli. Ma ora il sindaco Federici ha promesso una “task force”: sono arrivati nuovi mezzi, a breve la situazione verrà risolta e inizierà la raccolta differenziata anche nei quartieri del Ponente. (articolo di CDS: Federici, task force su Acam).

Intanto, a Sarzana, PRC contesta la mancata approvazione della mozione “Rifiuti Zero”. Se per il consiglio comunale sarzanese – dice Rifondazione- Rifiuti Zero è solo demagogia invitiamo Cavarra, gli assessori ed i consiglieri comunali sarzanesi, con questa lungimirante opinione, a visitare comuni come Ponte nella Alpi o Capannori, per rendersi conto di quanta ignoranza e incapacità di vedute sono dotati. Ciò che non ci sorprende è che una classe dirigente che taccia di demagogia una strategia che ha consentito una città come San Francisco di arrivare a quote di differenziata da capogiro, sia poi la stessa che ha condotto in questi anni alla gestione dei contratti di servizio del comune sarzanese con Acam ed alle condizioni indecenti delle aree dei cassonetti a Sarzana. Restiamo perplessi dell’arretratezza culturale soprattutto dei consiglieri comunali del Pd, forse ignorano che lo stesso ministro dell’ambiente, Andrea Orlando, ha parlato della strategia Rifiuti Zero nella sua relazione programmatica nelle commissioni parlamentari. Comprendiamo che il Pd sia in stato di confusione, ma troviamo inaccettabile che tale disorientamento ricada sui cittadini. Oggi Sarzana ha perso una grande occasione. A poco serve congratularsi con quei pochi consiglieri che hanno avuto il coraggio di presentare il documento bocciato.

E da Follo i Cittadini Attivi e Partecipi rilanciano:

Negli ultimi 5 anni la gestione dei rifiuti nel comune di Follo è diventata un disastro, tra cassonetti stracolmi di rifiuti, discariche abusive sparse per il territorio, indice di una mancanza di visione e di partecipazione in uno dei settori strategici dell’amministrazione. 
Parliamo di un territorio che ha visto subire le ferite di discariche e governato da chi continua a parlare di inceneritori, senza sapere evidentemente quale sia l’impatto sulla salute della gente. 
Per questo il gruppo dei Cittadini Partecipi e Solidali organizza sabato mattina 10 agosto, dalle ore 9.30 in piazza Matteotti, davanti al municipio a Piano di Follo, la raccolta firme per la legge di iniziativa popolare su Rifiuti Zero. Invitiamo la cittadinanza follese a partecipare.
Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.