Massimo Baudone: su Tavolara tutto in regola

A proposito del canile di Tavolara, abbiamo intervistato Massimo Baudone, assessore con deleghe a Lavori pubblici, Decoro urbano e cura della città, Nettezza Urbana e Tutela Ecologica, Ambiente, tutela del territorio e difesa idrogeologica, Mobilità urbana e trasporti, Coordinamento delle società’ partecipate, Patrimonio e Demanio, Protezione civile, Consulte Territoriali e Rapporti con il Consiglio Comunale presso il Comune di Sarzana. L’assessore Baudone ha voluto precisare alcune questioni rispetto all’articolo pubblicato da noi qualche giorno fa ( link) e alle polemiche che da mesi animano la questione.

In val di Magra, dice l’assessore, non esiste un canile pubblico: quello di Tavolara, sul territorio da oltre dieci anni, è una struttura privata, con la quale associazioni e Comuni hanno fatto delle convenzioni. Il Comune di Sarzana, in particolare, aveva una convenzione importante. Infatti sono arrivati ad avere fino a 100 cani in struttura e hanno sempre pagato tutto, sia le spese ordinarie che quelle straordinarie. Col tempo, però, sono cambiate anche le leggi a livello nazionale e di recente il funzionario comunale, dirigente dell’Ufficio Ambiente, mi ha detto di non poter più firmare una convenzione di questo tipo. La legge nazionale ci ha imposto di fare una gara d’appalto. I tempi poi si sono allungati perché c’è stata la fase di commissariamento del Comune e ora sono iniziati i trasferimenti dei cani a Modena. La gara, assicura Baudone, è stata assolutamente regolare. Si sono presentate solo due strutture, di cui una è stata scartata al momento dell’apertura della busta perché non rispondeva ai requisiti necessari. Si sarebbe potuta presentare anche la struttura di Tavolara, ma non l’ha fatto. Perché? Il canile in cui andranno a stare i cani portati via da Sarzana è in regola con tutte le autorizzazioni previste per legge e svolge le funzioni di canile per numerosi altri comuni. Certo, aggiunge l’assessore, ci avrebbe fatto  piacere se avessimo trovato una struttura in zona, ma così non è stato. E comunque abbiamo messo il vincolo dei 200 km, per non far andare gli animali troppo distanti. In merito alle critiche ricevute dalla Beta onlus, Baudone dice di non conoscere questa associazione.

L’altro giorno dal canile è stata portata via Maiorca: secondo le volontarie era una cagnolina da non trasferire, ma, dopo opportuni accertamenti e visite specialistiche documentate, la ASL ha ritenuto di inserirla tra gli animali che potevano essere spostati ad altra struttura. e Promette visite al canile di Calderara sul Reno, per verificare le condizioni dei cani di Tavolara. Spera anche, un giorno, di realizzare in territorio sarzanese un grande canile municipale che possa accogliere i randagi della Val di Magra.

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.