Successo a Lerici per la serata REX

Serata REX a Lerici: un successo di pubblico per l’apertura delle celebrazioni dell’80° anniversario dedicato alla conquista del Trofeo Nastro Azzurro da parte del Transatlantico Rex
Ci sarà tempo fino a settembre per ammirare la sagoma del REX che nelle sere di agosto si illuminerà e diffonderà la sua luce in tutta la baia di Lerici. Le celebrazioni per l’80° anniversario dedicato alla conquista del Trofeo Nastro Azzurro da parte del Transatlantico Rex sono iniziate domenica sera con la voce amplificata di Tarabotto, il suono delle sirene del transatlantico, le note di “Ma l’amore no” che Alberto Rabagliati cantava nel 1943; i fumogeni e l’accensione dei 50.000 punti luce led supportati da 15 km di cavi e tiranti. A seguire, il concerto dello straordinario “one man band” Daniele Gigli. La struttura, realizzata grazie all’Autorità Portuale della Spezia, è stata costruita da una ditta specializzata di Lecce autrice di importanti architetture luminose a Shanghai, Pechino, New York per conto di firme come Bulgari, Fendi e Dolce e Gabbana, oltre che del traliccio per i 150 anni dell’Unità d’Italia a Roma.
“Un’ occasione per rendere omaggio anche alla nostra tradizione, che da secoli ci accompagna e ci caratterizza – ha detto il Sindaco di Lerici Marco Caluri sul palco assieme al Commissario dell’Autorità Portuale della Spezia, Lorenzo Forcieri; il Comandante del Dipartimento Militare Marittimo dell’Alto Tirreno, ammiraglio Andrea Toscano; il presidente della Società Marittima di Mutuo Soccorso Bernardo Ratti. “La storia ci parla dei lericini come valorosi uomini di mare, naviganti per mesi e mesi lontani da casa. Lerici ne annovera tanti; dai comandanti, ai cuochi sulle navi, ai pescatori, fino al più umile dei naviganti. Tutti con la passione per il proprio lavoro e per il mare. Caratteristiche che ritroviamo nei lericini di ieri e in quelli di oggi” – ha continuato il sindaco.
“Il Rex oltre che un mito pieno di significati simbolici. E’ stato costruito per competere con i grandi transatlantici tedeschi così come anche oggi i porti liguri competono con i porti del Nord Europa per conquistare maggiori quote di traffici. Il Rex è l’antesignano delle moderne navi da crociera. Un legame che l’Autorità Portuale ha subito colto quando il comune di Lerici ha chiesto di collaborare per realizzare l’evento di stasera – ha affermato il Commissario straordinario dell’autorità Portuale Lorenzo Forcieri – . Un settore, quello delle crociere, su cui abbiamo puntato e che vogliamo potenziare per consentire lo sviluppo dell’economia e del turismo della nostra provincia”.
Molto seguito nel pomeriggio il convegno “I menu di bordo come ambasciatori della cucina italiana nel mondo. Il ruolo della cambusa nella diffusione del cibo italiano” organizzato da Giorgio Orlandini con la partecipazione di Alessandro Pini e di Enrico Calzolari e la testimonianza diretta di alcuni cambusieri lericini, che hanno raccontato la loro esperienza: Pietro Anastasi, Giancarlo Tedeschi, Enrico Cerrai, Marcello Ratti, Giovanni Livoi e Claudio Pellegri. Graditissimo il piatto dello chef di Accademia Barilla Marcello Zaccaria, che ha illustrato e preparato una particolare ricetta di bordo.
Le celebrazioni proseguiranno per tutto il mese di agosto, con mostre, incontri, presentazioni di libri, balli anni trenta. Intanto, la scorsa settimana, Linea Blu, la trasmissione di Rai Uno condotta da Donatella Bianchi e Fabio Gallo, è tornata a far visita a Lerici per effettuare riprese mirate alle celebrazioni del Rex e dell’impresa di Tarabotto.
Gli sponsor dell’evento sono: Barilla, Nastro Azzurro, Fonteviva, Leclerc, Conad Lerici, SpecTec, il Corsaro – antichità navali con il coinvolgimento della STL e della casa editrice Mursia.

Foto: Enrico Amici

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.