L’Italia si mobilita per Nino Di Matteo

Dopo le ultime rivelazioni, secondo le quali sarebbe già pronto l’esplosivo per il PM Nino Di Matteo, molte città italiane si stanno mobilitando per esprimere solidarietà al Magistrato vittima di minacce. Ha iniziato oggi Bergamo, domani sarà la volta di Roma, Brescia, Milano, Firenze, Napoli e moltissime altre città, le adesioni arrivano di ora in ora. Ovviamente ci sarà Palermo, dove alle 19 davanti al Palazzo di Giustizia si terrà il flash-mob “Palermo sta con Di Matteo. Dovrete ucciderci tutti”. I partecipanti, dopo un segnale acustico, si sdraieranno a terra simulando la morte in seguito a un attentato.

(L’iniziativa)

Per chi non riuscisse a organizzare nella propria città un’iniziativa analoga, Salvatore Borsellino ha proposto di prendere un lenzuolo/telo bianco e di scrivere con una bomboletta spray o un pennarello: “[nome città/persona] sta con Nino Di Matteo. Dovrete ucciderci tutti” o ciò che la fantasia vi suggerisce e appenderlo a una finestra. Un po’ come successe a Palermo nel 1992, ma adesso è importante farlo subito, non aspettare la morte del PM.

Dopo aver preparato lo stendardo, fate una foto e mandatela a 19luglio1992@gmail.com.

Oggi sono già arrivate fotografie dal Canada, dalla Georgia e dalla Carolina del Sud.

Qui la pagina FB di Salvatore Borsellino, con le immagini.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.