E’ pronto l’esplosivo per Di Matteo. Il PM ancora nel mirino

Non si è ancora spenta l’eco delle emozioni per la tre giorni palermitana in ricordo del giudice Borsellino, che arriva, come un fulmine a ciel sereno, una notizia che riporta indietro nel tempo. “A Palermo è pronto l’esplosivo per Di Matteo”. E il pensiero va a quella frase di Paolo Borsellino “è arrivato il tritolo per me”. La notizia da stamattina sta facendo il giro dei media, suscitando preoccupazione e rabbia. Rabbia per uno Stato che sembra non voler proteggere i suoi uomini più impegnati nella lotta a quel terribile cancro che è la mafia, cancro che diventa ancora più profondo quando Cosa Nostra si unisce con pezzi deviati dello stesso Stato che la dovrebbe combattere.

Ora a Palazzo di Giustizia sono arrivati i corpi speciali, la scorta del PM è stata ulteriormente rafforzata. Solo 20 persone, in Italia, hanno una scorta di questo tipo. La notizia delle minacce è considerata attendibile, perché proveniente da fonte sicura (non un mafioso, ma una persona che in passato ha fornito informazioni giuste). Dopo un periodo di relativa serenità, in cui sembrava che la situazione si fosse normalizzata, la tensione ritorna altissima. La società civile si stringe ogni giorno di più attorno a Di Matteo e ai suoi colleghi impegnati nel processo sulla Trattativa (Tartaglia, Del Bene e Teresi), ma sarebbe ora che giungessero segnali forti dalla politica. Non da voci isolate, ma dalla politica che comanda.

Ci si aspetterebbe, per questi Magistrati di oggi, che non si ripetesse l’isolamento che colpì Falcone e Borsellino 21 anni fa. Nel mio (immensamente) piccolo, non posso far altro che ribadire al dr Di Matteo, alla sua famiglia e ai carabinieri che lo proteggono tutta la mia solidarietà e vicinanza.

Notizia completa: repubblica.it

Si muore generalmente perché si è soli o perché si è entrati in un gioco troppo grande. Si muore spesso perché non si dispone delle necessarie alleanze, perché si è privi di sostegno. In Sicilia la mafia colpisce i servitori dello Stato che lo Stato non è riuscito a proteggere. (Giovanni Falcone)

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.