Dedicato a chi fa lezioni di vertenze ambientali senza avere studiato

Ora dobbiamo ricevere lezioni, pubblicate da cittàdellaspezia

http://www.cittadellaspezia.com/La-Spezia/Attualita/Aloisini-a-Sarti-Delle-lotte-politiche-138170.aspx

su come si fa ambientalismo, anche da una tizia che da anni se ne sbatte dei problemi ambientali, avendo ricoperto cariche come quella di presidente delle Istituzioni Culturali peraltro senza averne le competenze e il curriculum adeguati ovviamente.

La signora Alosini da oltre 20 anni non è mai intervenuta su alcuna delle tematiche ambientali della città e /o della provincia, pur avendo svolto ruoli di amministratore pubblico.

Mentre la signora occupava poltrone senza averne spesso i titoli sono avvenuti, in campo ambientale:

1.  il rifiuto da parte del consiglio comunale di tenere un referendum sull’accordo che ha portato negli anni 90 alla conferma della centrale a carbone

2. il mancato rispetto del referendum  votato dalla maggioranza degli spezzini che chiedeva la chiusura della centrale entro il 2005

3. lo scandalo di Pitelli e delle sue colline

4. la vicenda della non corretta bonifica dell’area ex IP

5. il sequestro della discarica di  Monte Montada per violazione della normativa in materia

6. la violazione sistematica delle prescrizioni della autorizzazione sulla centrale enel

7. il disastro di Acam che sta producendo ulteriori danni ambientali con le proposte discariche di Saturnia e Mangina

8. il tentativo in atto di cementificazione del golfo di Spezia  attraverso il nuovo bacino portuale

9. il tentativo di ampliamento del rigassificatore di Panigaglia.

Ne tralascio almeno altri 20 per non infierire ulteriormente!

Su tutte queste vicende da oltre 15 anni l’Arci non proferisce parola e ovviamente ancora di più la signora in questione sia da presidente di questa associazione che da amministratore.

Guarda caso la signora in questione improvvisamente riscopre l’ambiente sulla vicenda di Piazza Verdi dopo la chiamata alle armi del Sindaco e del PD spezzini da parte di tutti i “sostenitori” di questa Giunta.

Cara signora continui a far finta di occuparsi di cultura, lasci perdere l’ambiente materia di cui non sa assolutamente nulla  e di cui non sapeva nulla neppure quando era Presidente della Università Verde e si faceva scrivere le relazioni dal sottoscritto.

 
Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.