Le Edizioni Giacché presentano una carta turistica del centro cittadino

È un’assoluta novità l’iniziativa che le Edizioni Giacché presentano al pubblico in questi giorni: una carta turistica dettagliata del centro storico della Spezia (in scala 1:3000) – la prima del genere per la nostra città – con la descrizione di più di ottanta tra monumenti, palazzi, musei, piazze e luoghi simbolo della città, assolutamente da non perdere.

Una carta che è un’agile compagna di viaggio, una guida mai noiosa che ci accompagna attraverso secoli di storia urbana e architettonica facendoci conoscere quel museo a cielo aperto che è la nostra città; utile anche ai tanti spezzini che vorranno togliersi qualche curiosità sulle bellezze di casa nostra.

Autore del testo l’esordiente Diego Savani, storico dell’arte e guida turistica certificata, che, assieme a Irene Giacché, ci descrive gli edifici e i luoghi d’interesse storico-artistico più significativi del centro alcuni dei quali immortalati dalle foto di Daniele Giannetti, Federigo Salvadori, Davide Marcesini, Roberto Venturini e altri.

Non mancano ovviamente i musei, dal Navale al Lia, al Camec al Castello, al Sigillo ma soprattutto c’è la città: si va dai giardini pubblici con il Palco della Musica e il celebre monumento a Garibaldi, ai bellissimi palazzi liberty e in stile umbertino che si affacciano, ad esempio, assieme al palazzo delle poste, su Piazza Verdi. Dalle architetture militari, con l’imponente muraglione della stazione, l’Arsenale e il rifugio della Quintino Sella, alle romantiche scalinate storiche Cernaia e Spallanzani con le bellissime e rigogliose piante di sofora.

E ancora Piazza Brin, coi suoi palazzi, la fontana di Mirko e la chiesa; i palazzi della città in stile liberty, déco e futurista come le ville Cerretti-Marmori e Falicon o i palazzi Maggiani, Nespolo Laiolo, Contesso, Campodonico, Carletti, palazzo Giachino e il “grattacielo”; il palazzo delle poste e quello del comune, l’ex hotel San Giorgio, il palazzo del ghiaccio, ecc.

Percorsi che ognuno può costruire secondo i propri gusti e interessi, che abbracciano un’ampia parte di città dall’Arsenale, alla passeggiata Morin, alla cattedrale, al centro storico, attraversano piazza Garibaldi, Saint Bon, la Stazione e il quartiere Umbertino.

La carta infatti contiene anche nuovi dati, frutto dei recenti studi presentati nelle conferenze delle Edizioni Giacché “La Spezia e i suoi palazzi”, che ci svelano molti segreti del centro storico a partire da alcune curiosità sulle mura di via Cavallotti, passando per i palazzi nobiliari di piazza Sant’Agostino, per arrivare alle murature antiche che riaffiorano qua e là nel centro storico, come il bellissimo portale marmoreo di via Calatafimi con lo stemma dei Pogliasca o quello del Palazzo Massa in via Prione.

Particolare attenzione è stata data alla mappa, con una grafica chiara e intuitiva, in cui sono evidenziati i servizi utili, che è accompagnata da uno stradario alfabetico completo in cui trovare ogni strada, da via Avanzini a via Saponiera, da via Faà di Bruno al vicolo delle Mura, e così via.

La carta è già in vendita presso librerie, edicole, alberghi (e qualunque negozio ne faccia richiesta) alla cifra davvero interessante di euro 3,50 ed esiste in due versioni: italiana e inglese.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.