Bilancio del Comune, una nota di Giacomo Peserico

Giacomo PESERICO, consigliere comunale del Popolo della Libertà e membro della V commissione bilancio, con una nota interviene sul bilancio di previsione 2013 del Comune della Spezia.

“Quest’anno il Comune della Spezia è riuscito a chiudere il bilancio grazie all’aumento di due milioni di euro del gettito complessivo dell’IMU, a tre milioni di tagli vari sulle spese e soprattutto all’ultima rata di circa 4 mln di euro dell’ICI pregressa di ENEL.

L’anno prossimo non ci sarà più la “boccata di ossigeno” finanziaria dell’ENEL e, visto il perdurante stato di crisi in cui versa il nostro Paese, è probabile che i trasferimenti statali continueranno a diminuire.

Ricorrere ad un nuovo aumento delle tasse? E’ un’ipotesi inaccettabile, quest’anno gli spezzini con il passaggio da TIA a TARES hanno visto aumentare la tassa sulla spazzatura a fronte peraltro di un continuo peggioramento del servizio e in molti casi i possessori di una seconda casa hanno dovuto subire un innalzamento dell’aliquota IMU.

A causa del piano di “ristrutturazione” dell’ACAM, la TARES e le bollette dell’acqua continueranno ad aumentare, ma, considerato anche che possedere una seconda casa non significa al tempo stesso essere ricchi, non sarà possibile aumentare ancora l’IMU.

Allora come trovare le risorse per il 2014?

Non sarà facile, ma la strada da percorrere sarà quella del risparmio e del taglio delle spese.

Al fine di garantire i servizi di base alla comunità, non dovranno esserci più tabù nell’affrontare i tagli.

Se alcune società partecipate non funzionano e rappresentano solo un costo per la nostra società, devono essere chiuse e poi anche il sistema dei musei, che non riesce a decollare, deve essere razionalizzato.

Per quanto riguarda i lavori pubblici si deve fare una graduatoria delle priorità. Altro che artisti francesi, la nostra città necessita ancora di opere fondamentali come il completamento della rete fognaria!

Invito pertanto il sindaco e gli assessori competenti ad aprire un confronto con la commissione bilancio al fine di delineare le politiche di bilancio per i difficili prossimi anni”.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.