Festival Nuove Terre, a Monterosso a luglio e agosto

La recente storia di Monterosso al Mare ha visto il paese impegnato nello straordinario recupero dopo l’alluvione dell’Ottobre 2011 e dopo le recenti frane. Sull’onda di questa incredibile rinascita, il Comune e Officine Papage Compagnia Teatrale, hanno sentito la necessità di ripartire anche utilizzando la cultura e l’arte. Sulle nuove terre nascono nuove cose, speranze, possibilità, ed è da quest’auspicio che la Rassegna prende nome: Nuove Terre – Germogli di teatro a Monterosso. Questa prima edizione è stata realizzata grazie al contributo di Arti Sceniche Compagnia San Paolo e al sostegno di Regione Liguria e Comune di Monterosso.
La Direzione Artistica di Marco Pasquinucci (Officine Papage) dichiara esplicitamente che la scelta è quella di portare nell’estate ligure il teatro con lo scopo di “divertire, far pensare, stare insieme, costruire”. La programmazione, scelta per garantire alta professionalità e qualità, è incentrata su spettacoli intensi ed emozionanti, che veicolano messaggi importanti con leggerezza, valorizzando il divertimento intelligente: nove scritture teatrali originali che trattano temi contemporanei, in cui il pubblico di tutte le età potrà riconoscersi e trovare spazi profondi di condivisione; dagli adulti ai bambini, dalle famiglie ai numerosi turisti stranieri.
La Rassegna aprirà con Pino Petruzzelli, nome importante della scena italiana, che da anni lavora per mettere la cultura al servizio di importanti cause sociali. In La storia di Tönle (5 Luglio), riadattamento del romanzo omonimo di Mario Rigoni Stern, l’attore accompagna il pubblico in un poetico salto nel passato che, attraverso la memoria, lascia spunti per affrontare con maggiore consapevolezza l’attualità.
Come secondo appuntamento Civediamoaldìperdì (13 Luglio), del genovese Gruppo di Teatro Campestre, affronta in modo originale il tema dell’alimentazione ed inaugura lo spazio che Nuove Terre dedica alle giovani compagnie professionali emergenti su scala nazionale.
Seguirà la divertente e folcloristica performance itinerante L’amore è (17 Luglio), della Compagnia Amapola. L’evento, collaterale alla Rassegna, si inserisce nella sezione “Teatro di Cittadinanza”, voluta dalla direzione artistica per permettere ai cittadini di essere coinvolti in modo attivo nell’evento, come spettatori ma anche come creatori di idee. La Sezione si arricchirà anche di un secondo spettacolo, Confessioni (25 Agosto), messo in scena dal gruppo teatrale CittadiniInScena di Pomarance (PI),
Un’intera giornata di luglio sarà poi dedicata ai bambini, che avranno la possibilità di partecipare ad un laboratorio creativo sul riciclo, alla spettacolo sul Molo Il quaderno di Gigi (24 Luglio) – storia di un rosso e vanitoso quaderno nato dalla scheggia di un albero – e ad un simpatico buffet di chiusura, a base di pizza.
Una settimana più tardi, la compagnia torinese Onda Teatro presenterà Antartica – lo straordinario viaggio di Shackleton (30 Luglio), narrazione coinvolgente di un’avventurosa spedizione nella terra dei ghiacci, adatta ad un pubblico di tutte le età.
Tutto matto: c’erano una volta gli anni ’80 (8 Agosto), di Officine Papage, appartiene al genere del teatro musicale e, ripercorrendo le canzoni più celebri dell’epoca, cantate e suonate dal vivo, ci aiuta a riviverne l’euforia, la pazzia e le illusioni. Una favola d’amore che diventa occasione per guardarsi indietro e scoprire quanto di ciò che siamo ha avuto inizio nel decennio “Fantastico”.
Appuntamento da non perdere sarà anche quello che vedrà protagonista l’incredibile Giuliana Musso, più volte candidata al premio Ubu come miglior attrice, che in Nati in casa (22 Agosto) racconterà di nascite, maternità e parto.
A completare e chiudere la Rassegna un’altra giovane compagnia, la milanese Sanpapiè, porta in scena Prima Persona (30 Agosto) appuntamento di teatro danza che, attraverso un linguaggio capace di sviluppare una felice compenetrazione tra drammaturgia, musica e coreografia, affronta il tema delle scelte “in prima persona”, del prendere una posizione, del decidere di esistere.
Completano il progetto Nuove Terre varie iniziative, che hanno lo scopo principale di avvicinare il pubblico: aperitivi con gli artisti (per conoscerli fuori dalla scena e comprendere il loro lavoro) ed una energetica festa anni ottanta, che coinvolgerà tutte le Cinque Terre riportandoci indietro nel tempo con allegria.

Maggiori informazioni sul sito dedicato: www.nuoveterremonterosso.it

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.