BOSS. Gli eventi del fine settimana tra arte e musica dal vivo.

Fine settimana tra arte e musica live allo spazio BOSS, lo spazio eventi alla Pinetina del Centro Allende della Spezia (Giardini Pubblici), organizzato dal Comune della Spezia, Btomic, Origami Alternative Live Club, Shake Club e Skaletta Rock Club.

Giovedì 27 giugno lo Spazio BOSS nella sezione Gallery ospiterà il workshop di Chuck Sperry. Un’occasione speciale per vedere all’opera Sperry, considerato uno dei maggiori esponenti del movimento di poster art contemporanea su scala mondiale. Con il supporto del laboratorio di serigrafia genovese The Giant’s Lab nella realizzazione dei telai, Chuck stamperà assieme a un nucleo ristretto di pubblico un poster in serigrafia da lui stesso ideato, in edizione ultra limitata, e con le mani intrise di colore ci mostrerà le basi di questa splendida tecnica di stampa artistica, che lui stesso utilizza in tutte le sue vivissime e psichedeliche creazioni. Colori, acetati e telai sono forniti da CPL Fabbrica.

Venerdì 28 giugno alle 21.30 il palco di BOSS sarà calcato da DORIANGRAY+PAOLO BACILIERI con il loro spettacolo “SOUND & VISION”. Un disegnatore, una band musicale, uno schermo: questi i protagonisti di una performance in cui le immagini proiettate sono disegnate contestualmente all’esecuzione dei diversi brani. “Sound and Vision” è il format ideato in collaborazione con le graphic novel della casa editrice Coconino Press (gruppo Fandango), in cui musica e immagini interagiscono in un percorso dinamico. In scena le musiche originali dei Dorian Gray, storica band della scena indie italiana, illustrate da Paolo Bacilieri. La band viene da una delle stagioni più fertili dell’underground italiano, gli anni Novanta.

La sua esistenza passa attraverso tour memorabili (la prima band europea in Cina), canzoni di qualità (il premio Lunezia 1999) e una discografia nutrita e originale.Dall’album “Forse il sole ci odia”, uscito nel 2008, prende avvio il nuovo corso deiDorian Gray, che comprende i concerti in Italia e all’estero (Londra, Berlino, Amburgo) e l’importante riconoscimento alla carriera istituito per la band durante il MEI 2009. L’ultimo disco dei Dorian Gray, “La pelle degli spiriti”, è dedicato alla figura storica di Osceola, celebre guerriero indiano seminole, narratore fuori scena e guida simbolica in un viaggio che porta al confine fra la violenza dei rapporti umani e la sacralità dei riti ancestrali.

 

Ingresso Up to You!

 

Le tavole che saranno prodotte durante l’evento di venerdì sera faranno parte della mostra che sarà allestita a partire dal 28 giugno nella sezione Gallery dello spazio BOSS a firma di Paolo Baciglieri.

 

Sabato 29 giugno lo spazio alla Pinetina del Centro Allende aprirà le porte per un DJ set e per la degustazione della cucina curata da Origami e Btomic

 

Domenica 30 giugno alle 21.30 sarà la volta di FIREWATERSpecial guest:Giromini Redelnoir feat Matteo Fiorino.

 

Firewater nascono in uno seminterrato a Brooklyn nella lunga e torrida estate del 1997. Depresso, senza soldi e disperato, Tod A, ex-leader del gruppo musicale CopShoot Cop, ha rinunciato l’occasione di firmare un contratto con una grande casa discografica e un guadagno notevole a favore di lanciare un’idea (almeno all’epoca) pazza: un gruppo punk basato sulla musica gitana e klezmer.

 

 

Desiderava combinare il mistero e il melodramma di questi suoni tragicomici con l’energia del suo primo amore: il punk rock. Quando è uscito il primo disco deiFirewater, “Get Off The Cross, We Need the Wood for the Fire” sia i fan che i critici musicali furono esaltati, ma confusi sul come collocare tale genere.

 

Dopo dieci anni e cinque dischi, la pazza idea di Tod non sembra più una follia. Tantissimi gruppi, dai Gogol Bordello, ai Balkan Beat Box e Beirut, sono stati ispirati dalla sua precoce sperimentazione. Un appassionato del viaggio, Tod A rimaneinspirato dai racconti, dalle persone e dalla musica dei posti che ha visitato nel mondo. I dischi che seguirono furono un insieme di musiche che combinavano gusti diversissimi – come la spy jazz, ska, bhangra, salsa, cabaret, tradizioni Messicane, musica popolare Russa – per creare un miscuglio unico che è sempre Firewater al 100%.

 

 

GIROMINI REDELNOIR – Nato nel 1976, dottore in filosofia, Davide Giromini è un musicista folk e punk. Dopo innumerevoli esperienze in con compagnie teatrali e gruppi musicalinel 2005 imbocca la strada del cantautore e scrive il suo primo album: “Apuamater:un cavatore un partigiano un vagabondo un marinaio”. Da qui fonda gli Apuamater con i quali pubblica altri due album: “Delirio e castigo” e “2076: il ritorno di Kristo”… Nel 2009 da vita al progetto REDELNOIR scrivendo e suonando quasi interamente BALLATE DI FINE COMUNISMO. Nel 2011 esce BALLATEPOSTMODERNEnel 2011 ha all’attivo circa 700 date fra musica e teatro, circa 3000 dischi venduti e quasi 6000 scaricati dal web. Come fisarmonicista,pianista, cantante, compositore ed esecutore dal vivo di colonne sonore ha collaborato con:Blancateatro, Ivan della Mea,Marco Rovelli, Alessio Lega, Teatro della cooperativa di Renato Sarti, Elisabetta Salvatori, Carlo Monni, Franco Loi, Federico Nobili,LesAnarchistes e molti altri. Finalista al Premio Ciampi e al Premio De Andrè vince il premio Franco Fanigliulo nel 2009. In uscita l’album solista “Rivoluzioni sequestrate”.

 

Apertura porte ore 19:30 – Ingresso: 7€ (ridotto 5€ entro le 20:30)

 

Sempre Domenica 30 giugno verrà inaugurato dalle 24 il BOSS Jazz Club, spazio dedicato alle Jam inserite nella 45^ edizione del Festival Internazionale del Jazz. Le jam si terranno tutti i giorni fino a domenica 7 luglio al BOSS Jazz Club esono ad ingresso gratuito. Sarà attivo il bar per tutta la durata delle Jam.

 

Per informazioni visitare il sito www.spazioboss.org oppure la pagina FBwww.facebook.com/SpazioBoss

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.