#occupypiazzaverdi, si va avanti

Continua ancora il presidio in Piazza Verdi. Mentre la stampa locale riporta la notizia di un intervento della Guardia di Finanza a proposito di presunte irregolarità nel progetto, che comprenderebbero anche i lavori sul Lagora e si mormora di un possibile incontro tra il Sindaco e il Ministro Bray, i manifestanti si trovano ancora in Piazza.

E va avanti l’esposizione di cartelli nelle transenne intorno ai pini. Molti i messaggi “vergogna”, “salviamo i pini”, ma sono anche numerose le richieste di dimissioni e poi si scatena l’ironia spezzina. Le foto stanno facendo rapidamente il giro del web, ci sono anche messaggi di solidarietà da persone che abitano in altre città.

Sono state rese note le dichiarazioni di Pratesi del PDL (assolutamente contrario alla “riqualificazione”) e di Laghezza, consigliere comunale eletto un anno fa con la Lista Chiarandini e recentemente passato a Scelta Civica, che si dice d’accordo con il progetto, ma anche con la decisione di Federici di sospendere i lavori.

Nessuna dichiarazione dal Ministro Orlando e poche dal PD locale.

Quello che è bello sottolineare è la partecipazione delle persone, degli spezzini che stanno dimostrando di essere attaccati alla loro città e alla loro storia. Comunque finisca questa vicenda, Federici e la sua giunta dovranno prendere atto di quello che sta accadendo e farne tesoro per il futuro.

Intanto, ricordiamo ancora il presidio, tra il Caffé Al volo e Pizza in Piazza e #occupypiazzaverdi su Twitter.

Una panoramica di ieri sera, a 5 ore dall’inizio delle affissioni

[vsw id=”IYgtZm3P90Y” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

 

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.