Comunicato del Comitato e le associazioni ambientaliste contro il progetto Buren per P.za Verdi.

Il comunicato con il quale il Sindaco dichiara di voler iniziare i lavori di rifacimento di Piazza Verdi ha degli aspetti da un lato paradossali, dall’altro di grave illegittimità, per non dire illegalità.
La richiesta di sospensione dei lavori della direzione regionale dei beni culturali e paesaggistici è chiara e netta: riguarda la necessità di istruire una nuova valutazione dell’interesse storico artistico culturale dell’intera Piazza Verdi ai sensi dell’articolo 12 del codice dei Beni culturali.

Nelle more di questa istruttoria non si comprende quali lavori possano essere attivati, in base a quale autorizzazione e soprattutto in base a quale istruttoria tecnica.

L’aspetto paradossale del comunicato del Sindaco riguarda l’ennesimo potenziale spreco di soldi pubblici; infatti se l’istruttoria si concludesse come è probabile con una richiesta di revisione del progetto il rischio potrebbe essere quello che i lavori svolti debbano essere revisionati.

Chiediamo inoltre l’avvio di una specifica istruttoria per valutare il carattere monumentale dei pini di Piazza Verdi ai sensi della legge nazionali recentemente approvata.

Alla luce di quanto sopra esposto, In attesa della conclusione di queste due istruttorie, diffidiamo la amministrazione comunale a riaprire il cantiere in Piazza Verdi.

Cogliamo l’occasione per comunicare che abbiamo avanzato, oggi pomeriggio, la richiesta di essere auditi dal Ministero dei Beni Culturali al fine di portare le nostre ragioni tecniche, amministrative e storico culturali in questa vicenda.

Il Comitato e le associazioni ambientaliste contro il progetto Buren per P.za Verdi.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.