Sabato 15 manifestazione in Piazza Verdi

Nonostante tutto, non ci si ferma: né da una parte né dall’altra. L’Amministrazione, nonostante le aperte contestazioni di sabato scorso al Centro Allende, ha dichiarato che la nuova Piazza Verdi si farà, i lavori sono ormai imminenti. C’è chi dice che lunedì mattina all’alba inizierà l’abbattimento dei pini. Il malumore cresce: a chiedere, ancora una volta di ripensarci, sono tanti cittadini, le associazioni ambientaliste e ora anche i tifosi dello Spezia.

Tutti in città hanno ormai visto o sentito parlare del video di Sgarbi che lancia pesanti accuse di fascismo all’Amministrazione. Ieri il vicesindaco Ruggia ha replicato alle parole del critico d’arte, ribadendo che il progetto di Piazza Verdi era nel programma del sindaco, che è stato votato, e questo non è essere fascisti. Vero, era nel programma, ma non è detto che tutti quelli che hanno votato Federici siano d’accordo con questa “riqualificazione” e poi rimane l’interrogativo: se la zona non è degradata, perché hanno preso i soldi per la riqualifica di zone degradate?

Non si fermano neppure i contestatori, quindi, che si dicono pronti a tutto, anche a intraprendere scioperi della fame. Per sabato 15 è prevista una grande manifestazione. Riceviamo e pubblichiamo il comunicato:

ITALIA NOSTRA Spezia,  insieme a  LEGAMBIENTE, SOS Spezia  e OSSERVATORIO Ecospirituale, e dei tantissimi cittadini del Comitato Per Pzza Verdi,
                                                                                                 comunica
che l’Amministrazione Comunale, incurante dei  moltissimi nostri tentativi di aprire un minimo dialogo,
intende PROCEDERE quanto prima, AL TAGLIO DEI 10  PINI siti al centro di Pzza Verdi
 come  segnale d’INIZIO dei LAVORI di  RADICALE TRASFORMAZIONE della storica piazza, opera che quasi l’intera città ha osteggiato come ASSURDA  E DANNOSA!!
Se questa è l’etica partecipativa della nostra Amministrazione,  tanto  sbandierata e MAI andata oltre vuote parole, il Comune  si RENDERA’ RESPONSABILE  di aver prevaricato i cittadini, imponendo di fatto un progetto di “restyling” autoritario e incomprensibile ai più, NON necessario nè utile ad alcuno, di cui realmente NON SI COMPRENDONO le RAGIONI e IL CUI DANNO (dato l’uso del Cemento Armato per i 18 Portali di BUREN, più  tutto il resto) SI PROLUNGHERA’ NEI DECENNI, diventando irreversibile!!
Alcuni oppositori del progetto si spingeranno, per protesta estrema, ad iniziare uno sciopero della fame.
SI PREVEDE UN SIT-IN con azioni di Flash Mob ed altro, in Piazza VERDI, lato Poste, dalle 18,00 di SABATO 15, a cui tutti coloro che amano la città sono invitati! 
ITALIA NOSTRA
LEGAMBIENTE
SOS spezia
OSSERVATORIO EcoSpirituale
Comitato Per piazza Verdi
Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.