Spezia, brillante pareggio contro il Modena

Spezia-Modena-1-1

 

SPEZIA (4-3-1-2): Iacobucci 6,5; Madonna 6, Romagnoli 5,5, Schavi 6 (18’ Pasini 6), Mario Rui 6,5; Bovo 6, Lollo 6,5, Albaraccin 6 (46’ Garofalo 5,5); Di Gennaro 6,5; Sansovini 7, Okaka 6,5 (48’ Pichlmann 6). (Guarna, Musacci, Benedetti, Sammarco). All.: Cagni.

 

MODENA (4-3-3): Manfredini 6,5; Osuji Chinoye 6, Gozzi 6,5, Andelkovic 6, Minarini 6; Piscitella 6 (86’ Maiorino sv), Signori 6, Moretti 6,5 (74’ Nardini sv); Surraco 5,5 (78’ Trombetta sv), Ardemagni 6,5, Gulan 5,5. (Colombi, Vaccari, Zucchini, Aldrovandi). All.: Novellino.

 

 

ARBITRO: Abbattista di Molfetta 5.

 

MARCATORI: 20’ Ardemagni (M); 89’ Sansovini (S).

 

NOTE: Spettatori 5500 circa di cui 5074 paganti (4150 abbonati) giornata bianca: oggi pagavano anche gli abbonati della seconda fase circa 1000. Terreno sintetico scivoloso per la pioggia che ha preceduto l’incontro; giornata coperta, pomeriggio uggioso. Ammoniti: Mario Rui, Signori, Ardemagni. Angoli: 2 a 3. Recupero: 1’; 3’.

 

Titoli di coda sul campionato di serie B: salvezza raggiunta sette giorni fa per lo Spezia e Modena con nulla da chiedere al campionato appena concluso. La gara è per molti un congedo davanti ai tifosi aquilotti, in primis mister Cagni che ad oggi non ha avuto nessuna comunicazione ufficiale da parte della società su una sua improbabile conferma. Match giocato a viso aperto da entrambe le formazioni. Aquilotti privi di Goian e Porcari infortunati; negli emiliani squalificato Mazzarani.

Al 3’ è subito Sansovini ad aprire la sfida tra “bomber” (l’altro nel Modena è Ardemagni capocannoniere del campionato), il suo tentativo va a lato di poco. Al 11’ l’esordiente dal primo minuto sudamericano Albaraccin impegna Manfredini. Spezia più concreti in avvio di partita: al 14’ Okaka a sinistra sulla linea di fondo serve Sansovini in area ma trova ancora pronto Manfredini alla respinta. Poi al 20’ quello che non ti aspetti: un errore clamoroso di Bovo mette nelle condizioni Ardemagni di colpire Iacobucci, Modena in vantaggio. Gli aquilotti subìto lo svantaggio, perdono un po’ di brillantezza e non riescono più a colpire come all’inizio. Al 30’ è Lollo dal limite a cercare la porta, ma la sfera si spegne a lato. Al 38’ un ispirato Di Gennaro serve a sinistra Albaraccin che dopo aver scavalcato un difensore, manda la palla alta da buona posizione. Al 41’ Signori per il Modena in area spezzina mette alto sopra la traversa. Lo Spezia prima della fine del primo tempo ha ancora una ghiotta occasione gol: al 44’ Albaraccin fallisce un rigore in movimento in area ospite, dopo che Di Gennaro aveva servito sulla sinistra Mario Rui per l’uruguagio aquilotto.

Nella ripresa il tema non cambia: aquilotti alla ricerca del pareggio, che per quanto visto in campo sarebbe anche meritato e Modena a giocare di rimessa, cercando di controllare l’avversario. Mister Cagni perde per infortunio Okaka in apertura di ripresa. Al 54’ Sansovini trova la traversa, calciando in area emiliana. Al 55’ Ardemagni tira verso la porta di Iacobucci senza pretese. Al 59’ ancora il Modena si fa pericoloso con Piscitella che in contropiede fallisce una ghiotta occasione trovando la ribattuta di piede di Iacobucci. Le emozioni non mancano in questo secondo tempo: al 80’ Lollo colpisce la traversa con un tiro teso a portiere battuto, non sembra proprio giornata fortunata per gli aquilotti. Ma al 89’ è Sansovini in area a mettere in rete con un piattone su assist invitante del solito Di Gennaro: 1-1 e gara riequilibrata. I padroni di casa vorrebbero pure vincerla ma ormai non c’è più tempo anche se al 93’ Garofalo fallisce un’invitante occasione su assist di Di Gennaro: che la festa inizi, Spezia con 51 punti miglior risultato degli ultimi 50 anni della storia del sodalizio aquilotto. Adesso si aprono le grandi manovre per il futuro.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.