Portovenere: LA Lista Civica, presentati candidati e programma

Una sala piena di abitanti delle territorio di Porto Venere ha accolto, tra gli applausi il gruppo di persone che hanno deciso di candidarsi alle prossime elezioni comunali.
L’altra sera a Fezzano, scelta come luogo simbolo della malagestione della giunta Nardini per via del progetto faraonico del posteggio in silo, c’erano solo posti in piedi e tanti sono stati i commenti positivi per questo gruppo di persone, equamente diviso tra i tre borghi e fra uomini e donne, che sta portando un vento nuovo ed un nuovo impegno nella politica locale. Si tratta di persone radicate nel territorio, impegnate nel sociale, attive nella salvaguardia dei propri borghi, in gran parte volti nuovi. Molta la voglia di cambiare la gestione del territorio ed il metodo con cui si amministra il Comune.
A tutti i presenti, viste le persone che si sono candidate e la passione che è emersa, superiore a qualunque differenza di pensiero o di storia politica,è stato chiaro il messagio de: “LA Lista Civica – PortoVenere _ Le Grazie _ Fezzano”, ovvero il progetto popolare di laboratorio politico che in queste settimane ha raccolto molte esperienze personali attorno all’idea di rifondare il modo di amministrare il territorio portovenerese.

MATTEO COZZANI è il candidato a sindaco espresso da questo gruppo, mentre la lista vera e propria vede la presenza di quattro donne, una almeno in ogni borgo, ed altre tre persone tra le più conosciute e stimate nel territorio.

Ecco chi sono i candidati:
MATTEO COZZANI candidato a sindaco
GIOVANNA ANGELINO
PAOLA BARSOTTI
DORGIA FABRIZIA
ORIETTA VANACORE
MARCO BORGHINI
EMILIO DI PELINO
LORENZO DORGIA
Questa esperienza politica, nata dallo stimolo di molti giovani che si sono messi in gioco personalmente senza più delegare il compito morale e materiale di amministrare un luogo tra i più belli al mondo, è realmente espressione di un progetto libero, popolare, radicato nel territorio ed innovativo, in una parola “civico”.
Questa lista è composta da persone diverse, esperienze e cammini personali differenti, ma per tutti è chiaro il medesimo obiettivo: ridare dignità ad una comunità che sente ancora forte uno spirito di appartenenza e di rivalsa verso un vecchio modo di fare politica.

Questi i punti del programma presentato alla popolazione:
PROGRAMMA ELETTORALE
TRASPARENZA E INTEGRITA’ MORALE

Chi si propone per amministrare un territorio deve garantire integrità morale che si dimostra nei fatti, nel rapporto con i cittadini e nelle modalità con cui si interpreta il ruolo di rappresentante di una comunità.

Informazioni chiare e dirette al cittadino sull’attività della pubblica amministrazione.
Costante contatto con gli abitanti, presenza reale nei borghi e disponibilità al confronto.
Consiglio Comunale su internet e sedute pubbliche nei borghi.
Trasparenza degli atti, dei concorsi, dei bandi e delle procedure del Comune e delle partecipate.
Garanzia sull’applicazione delle norme e dei regolamenti comunali.

 

PROTEZIONE DEL TERRITORIO DALLE SPECULAZIONI, REVISIONE DEL P.U.C. E RECUPERO DEL PATRIMONIO DEMANIALE

I nostri borghi, le colline, la linea di costa e le nostre aree più pregiate sono da troppo tempo oggetto di speculazioni o di arditi progetti edilizi, troppe sono le opere incompiute e antiestetiche che gravano sull’aspetto paesaggistico del Comune di Porto Venere.

Elaborazione nuovo Piano Urbanistico Comunale e degli strumenti urbanistici collegati.
Stop a nuovi programmi speculativi.
Sviluppo di un progetto per il recupero dei centri storici.
Modifica del piano di edilizia economica popolare contro le speculazioni, garanzia di case a prezzi equi alle famiglie del territorio.
Salvaguardia degli spazi a mare e della linea di costa a favore dei diritti degli abitanti e degli operatori economici.
Sviluppo di un piano per le strutture e aree demaniali acquisite o acquisibili, garantendo la concreta tutela del patrimonio storico.

 

RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA, RIORGANIZZAZIONE DELLA “MACCHINA COMUNALE” E DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE

Il bilancio di un ente pubblico dovrebbe essere improntato a mantenere il più possibile alto il livello dei servizi ed il più possibile bassa la pressione fiscale, facendo scelte realizzabili e basandosi su previsioni concrete.

Rivedere la gestione del bilancio pubblico, razionalizzando le spese e migliorando i servizi.
Raggiungimento del pareggio di bilancio strutturale dell’ente.
Rendere la “macchina comunale” efficiente e rispondente ai fabbisogni del cittadino.
Diminuzione della tariffa dei rifiuti per residenti ed operatori economici.
Razionalizzazione delle tariffe per i servizi a domanda individuale (Scuola bus, mense, parcheggi).
Le società partecipate dovranno favorire lo sviluppo economico del territorio.

 

CREAZIONE DI UNA POLITICA ATTIVA DI PARTECIPAZIONE DI CITTADINI, ASSOCIAZIONISMO E VOLONTARIATO

La “partecipazione” è, principalmente, la volontà di coinvolgere la nostra comunità nel percorso che porta alla definizione di progetti o di decisioni, con ruoli chiari e tempi certi.

Istituzione di tavoli di lavoro permanenti, creazione di consulte o commissioni aperte alle rappresentanze dei cittadini.
Organizzare regolari assemblee pubbliche ed incontri con i rappresentanti delle associazioni, delle attività commerciali e con i gruppi di cittadini.
Investire sulle associazioni e sulle altre forme di volontariato garantendo sostegni concreti ed un supporto fattivo.

 

SVILUPPO DI POLITICHE A SUPPORTO DELL’ECONOMIA, DEL LAVORO E DELLA FORMAZIONE GIOVANILE

La situazione economica attuale richiede nuove occasioni imprenditoriali per garantire occasioni di lavoro.

Supportare coloro che gestiscono o hanno intenzione di dare vita ad un’attività imprenditoriale e commerciale.
Collegamento diretto del comune con la stazione ferroviaria attraverso shuttle-bus.
Incentivare il settore nautico garantendo nuove opportunità, creando parchi boe e aree di transito per l’ormeggio di imbarcazioni da diporto.
Creazione di un programma di “cantieri scuola” e percorsi formativi verso attività professionali legate alle nostre tradizioni ed alla nostra cultura.
Favorire politiche dirette al recupero delle aree agricole, preservando il territorio collinare.

 

MIGLIORAMENTO DEI SERVIZI ESSENZIALI PER IL CITTADINO

Il privilegio di poter amministrare il Comune di Porto Venere deve essere accompagnato dall’impegno di tutelare la qualità della vita dei nostri concittadini. Vi sono risposte a necessità primarie che devono essere rese più efficienti.

Migliorare ed economizzare la gestione dei rifiuti, dei sistemi fognari e dei trasporti.
Imporre il rispetto degli accordi contrattuali alle aziende che gestiscono i servizi pubblici e, in caso di inefficienza, cercare altrove soluzioni alternative.
Copertura Wi-Fi dei centri storici.

 

ORGANIZZAZIONE DI UN PROGETTO PER LA SICUREZZA ED IL CONTROLLO DEI BORGHI

Un territorio pregiato come quello del Comune di Porto Venere è esposto alle attenzioni di un crescente fenomeno di micro criminalità e vandalismo.

Sviluppare un progetto di videocontrollo e vigilanza dei borghi.

 

REALIZZAZIONE DI UN PIANO DI VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE DEL TURISTIMO AMBIENTALE E CULTURALE

I beni ambientali e culturali sono risorse attraverso cui valorizzare il territorio.?Le eccellenze ambientali e culturali presenti hanno un potenziale enorme, ma sono sempre state gestite senza un reale progetto ed obiettivo.

Realizzare un programma che coinvolga pubblico e privato per garantire la valorizzazione del patrimonio territorio, investendo su luoghi come il Castello Doria, la Villa Romana del Varignano Vecchio, la Palestra di roccia del Muzzerone, le antiche fortificazioni ed i luoghi di culto presenti nei centri storici.
Realizzare un reale e concreto programma di pianificazione turistica.
Creare e promuovere un adeguato manifesto di eventi.

 

SVILUPPO DI UN PROGRAMMA CONCRETO DI INTERVENTI PER IL TERRITORIO

Dopo anni di incuria e di progetti incompiuti serve un piano fattibile di opere pubbliche realmente attuabili.

Manutenzioni puntuale dei centri storici attraverso un piano di decoro urbano i borghi.
Individuare e proporre risoluzioni per le principali emergenze presenze sul territorio (riqualificazione borgo antico di Porto Venere, completamento passeggiata seno dell’Olivo, consolidamento fondamenta San Pietro, area exPittaluga, allagamenti borgo delle Grazie, area centro sportivo di Fezzano, servizi igienici in Palmaria, riqualificazione sentieri, ristrutturazione edifici scolastici).
Regolamentazione e controllo della fruibilità delle banchine e dei moli per le attività di pesca sportiva.
Creazione area pedonale Fezzano.
Definizione degli accordi con il cantiere Valdettaro delle Grazie.

SVILUPPO DI UNA POLITICA PER GLI ANZIANI, I GIOVANI, LE FAMIGLIE E LE SCUOLE

Il territorio di Porto Venere vive un progressivo invecchiamento, l’età media si è alzata e con essa sono emerse nuove esigenze per una fascia di popolazione con necessità particolare. L’assenza di una politica verso i giovani e la carenza di strutture dedicate richiedono lo sviluppo di un programma innovativo che garantisca servizi ed opportunità.

Riportare l’attenzione sull’opportunità di creare una struttura sanitaria di degenza ed assistenza per la terza età e le disabilità
Creare spazi di aggregazione giovanile e progetti di di formazione extrascolastici.
Sviluppare, proteggere, sostenere e supportate le scuole in modo organico, tutelandole dal rischio di diventare plessi minori.

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.