Italo Bernardini, uno scultore spezzino per il Presidente J.F.Kennedy

Nel Salone Sforza dell’Accademia Lunigianese di Scienze «Giovanni Capellini», in via XX settembre n.148, alla Spezia, il giorno 03 maggio c.a. alle ore 17:00, saranno ricordate la figura e le opere dello scultore spezzino Italo Bernardini (1905-1991). Il seminario sulla figura e l’opera dell’artista spezzino ha potuto essere realizzato grazie all’impegno fattivo del Consiglio dell’Accademia e al patrocinio del Comune della Spezia e della Fondazione della Cassa di Risparmio della Spezia, cui si rivolge un sentito ringraziamento.

Italo Bernardini, originario di Lucca, venne alla Spezia nel 1927. Qui realizzò diverse sculture di soggetto religioso, tra cui una statua dell’Immacolata nella chiesa di Gaggiola ed un Crocefisso ligneo, conservato in San Francesco a Lerici. In seguito si trasferì a Boston, negli Stati Uniti, dove le sue opere trovarono collocazione in edifici religiosi, nella cattedrale della città e in collezioni pubbliche e private.  Ritornato alla Spezia nel 1968, tenne diverse mostre personali presso le gallerie Adel, Vallardi e Ucai. In questo periodo realizzò il busto in bronzo di Teseo Tesei per il Museo Navale, i portali della chiesa di Montemarcello, una Madonna con Bambino collocata nella chiesa delle Grazie e una Via Crucis per la chiesa di San Terenzo.

Fra i suoi lavori va ricordato il ritratto realizzato in bronzo, nel 1961, per l’allora giovane senatore del Massachusetts John Fitzgerald Kennedy, collocato nella residenza di Hyannis Port, la casa-museo dedicata al Presidente.

Lo scultore spezzino sarà commemorato da Sergio Cozzani, Vice Presidente dell’Accademia Capellini, da Fabrizio Mismas, già docente al Liceo Artistico di Carrara, scultore e autore di diverse opere pubbliche, e da Valerio Cremolini, noto critico d’arte e curatore di molte importanti esposizioni.

Durante il seminario, Valerio Cremolini sarà insignito del titolo di Accademico, per i prestigiosi incarichi ricoperti in ambito culturale, sempre rivolti alla valorizzazione del patrimonio artistico della città, che ha contribuito a divulgare attraverso numerose e qualificate conferenze.

Nei locali dell’Accademia Capellini il pubblico, invitato ad intervenire numeroso, potrà vedere alcune importanti opere del maestro Italo Bernardini, ivi esposte per l’occasione. 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.