Italitino e Latiliano, il nuovo libro di Fabio Rizza

Italitino e Latiliano. Il latino che vorrebbe diventare italiano? è il nuovo libro di Fabio Rizza.

Il geniale scrittore, in questa sua nuova opera, ha inventato due lingue antiche che prendono spunto dal latino. Una ricostruzione grammaticale fantastica e fantareale nella quale si ritrovano: lo Scomplemento, i Spronomi ex-esclamativi (diventati interrogativi?), gli Avverbi di moto in macchina, gli Aggettivi complessativi piaconativi gustativi ma prima ancora le Sillabe e Zillabe, la Fonetica e le Origini delle lingue.

Anche il latiliano ed il italitino possiedono dei propri vocaboli ed espressioni: “Barum: Tipico bar che bara per far credere di essere un bar, ma è di solito un pub”; “Erba volant: Modo di dire con cui si intende, sottende e sovrintende il significato del modo di dire ‘verba volant’ , che volando durante le discussioni e i chiacchiericci si deposita sulla parte letteraria dell’erba e delle parole da essa ispirate e respirate. Ma se il verbo non volant, l’erba che fa?”, “Vesposiano: Imperatore invisibile che si aggira dentro i vespasiani a cercar tazze e divani”.

La terza parte del libro è dedicata all’interazione con il lettore che ha la possibilità di poter creare significati della fanta-parole proposte e, allo stesso tempo, può cimentarsi nell’arrangiare vocaboli nuovi con significati propri, diventando un co-autore del testo così ogni copia del libro risulta essere un unicum.

Un libro originale ed evasivo che richiama all’importanza delle parole combinate alla creatività e alla fantasia.

Fabio Rizza

Italitino e Latiliano. Il latino che vorrebbe diventare italiano?

Book Sprint Edizioni

euro 16,00

ISBN 9788867427673

 

Breve bibliografia:

Geometra linguistico, fantagiornalista, inventore concettuale e fiuturologo (dal fiuturo il futuro fiutato). Propulsivo inventore della fantarealtà che amplifica la perceptio comunicazionale.

Scrittore, che con i suoi testi – “Inventabolario”, il vocabolario delle parole inventate (booksprint edizioni) e “Ingleliano”, l’inglese che sembra italiano (boopen edizioni e photocityedizoni) – esperimenta magmatiche sintattiche volte a risvegliare la creatività linguistica e  nuovi territori dell’essere-parola la cui intenzione dà al linguaggio nuova azione. Da svariati anni, collabora con il giornale cartaceo e telematico “Post.it” con la sua rubrica “Inventabolario”. Dal 2008 ha attivato il sito “fantagiornalista.com” e il blog “inventabolario.135.it“.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.