Il Circolo Arci Btomic presenta:“Il Bue” + Khan

Inaugurazione della mostra di Marco “Il Bue” Schiavo e live del viaggiatore blues internazionale Khan, al Circolo Arci Btomic sabato 20 aprile dalle ore 19, presso la sede in Via Firenze 27.


Dopo la mostra di Nicole Boitos, il Circolo Arci spezzino presenta la mostra di Marco “Il Bue” Schiavo, batterista e membro fondatore della cult band torinese Larsen. Il Bue si avvicina al mondo dell’arte figurativa nel 1999 quando inizia il suo percorso come tatuatore. Titolare dal 2009 di uno studio a Torino, ha sviluppato una propria particolare tecnica appresa nel disegno: la sua arte visiva riassume in sé elementi di studi tecnici passati (l’architettura della geometria) e di studi pittorici mai abbandonati, la fascinazione per le immagini di libri impolverati d’epoca insieme alla rivisitazione di test d’indagine della personalità, oltre a soggetti che hanno ispirato il mondo del tatuaggio e che da quello son stati trasfigurati.

Cresciuto a Francoforte da genitori turco-finlandesi, Khan è un musicista produttore, performer, attore ed artista visuale estremamente prolifico attivo da oltre 15 anni, la cui ricerca ha avuto come filo conduttore il portare la techno a un ulteriore stadio evolutivo, dirottando le strutture elettroniche dall’uso della voce campionata a contenuti testuali narrativi, utilizzando il laptop come uno strumento emancipato mediante una progressione logica e integrando elementi acustici e rock all’interno dell’elettronica. La vita vissuta come un lungo tour di irrequieto vagabondaggio lo ha portato a New York, Messico, Colonia e Finlandia ed attualmente a Berlino.

Ha esibito i suoi lavori in tutto il mondo in gallerie, musei e festivals come Exit Art/NYC, New Museum/NYC, Kunstraum-Kreuzberg/Bethanien/Berlin, Villa Arson/Nice e Kassel’s documenta13 tra gli altri. Al momento sta lavorando ad una produzione teatrale per HAU3 di Berlino ed il Laboratorio in Mexico. L’artista presenta nelle tre date italiane il suo più recente lavoro “Angels Of Disguise (The Abstract Aesthetics of Digital Flaneurism)” un collage sonoro di suoni catturati in un infinito viaggio tra svariati siti di porno amatoriale accompagnato da racconti in caduta libera, canzoni ed il video di una ripresa quasi statica della Luna.

Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.btomic.org, contattare direttamente il Circolo o il gruppo facebook (BTOMIC). Ingresso riservato ai soci Arci. Biglietto d’ingresso per il concerto: 5 euro.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.