Scalinata Spallanzani, va in onda il degrado

Ci arrivano segnalazioni di altre situazioni di degrado cittadino. Riguardano la Scalinata Spallanzani e le zone limitrofe, luoghi di bivacchi serali, ad opera di stranieri che abbandonano i rifiuti (bottiglie di birra, per esempio), i quali restano lì per giorni senza che nessuno passi a ritirarli. La protesta era scoppiata sulla pagina Facebook La Spezia 2012: idee per una città che cambia qualche settimana fa e dopo qualche giorno tutti i rifiuti erano stati rimossi.

Ma ora siamo di nuovo al punto di prima e sta salendo l’esasperazione tra gli abitanti, vittime anche di furti casa. Le forze dell’ordine non riescono a intervenire, in quanto carenti di mezzi e la situazione rischia di degenerare da un momento all’altro. Ci chiediamo se non sia possibile assicurare un maggiore controllo e sanzionare chi sporca. Senza dimenticare  che sarebbe bello che la spazzatura venisse raccolta ogni giorno. E che la Scalinata Spallanzani, forografatissima dai turisti, è un altro di quei luoghi storici e caratteristici che sarebbe bello venissero maggiormente tutelati.

Oltre ai resti dei “banchetti” lungo la Scalinata, ci segnalano anche che all’incrocio tra la via che scende dalla stazione FS e la rotatoria ci sono diverse biciclette abbandonate e alcune lastre di vetri rotti appoggiate alle transenne.
Delle biciclette, ci segnala il lettore, resta ormai solo il telaio, ben legato alla catena, probabilmente da mesi e mesi. Ultimamente abbiamo notato che le segnalazioni via web, sia su Facebook sia sui giornali on-line sono servite a far pulire le strade. Ci auguriamo funzioni anche questa volta: in Scalinata Spallanzani non è più solo questione di “rumenta”, ma anche e soprattutto di sicurezza. Speriamo che l’Amministrazione raccolga questa protesta dei cittadini.


 

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.