Salvare i cani levrieri dal massacro in Irlanda e Spagna

In Spagna e in Irlanda c’è un’usanza davvero cruenta: i levrieri, cani eleganti, intelligenti e bellissimi, se non sono perfetti vengono uccisi. Non se hanno malattie gravi o malformazioni, ma solo se non sono abilissimi cacciatori di lepri o corridori professionisti per i cinodromi.

SOS Levrieri è un’Associazione no profit, dedicata a salvare, a far adottare e apprezzare come animali d’affezione i levrieri da corsa e da caccia (greyhound, lucher, galgo), costretti a una vita, brevissima, di atroce sfruttamento e di morte, e a denunciare e combattere i maltrattamenti e il massacro sistematico dei levrieri ad opera dell’industria delle corse nei paesi anglossassoni e della caccia in Spagna.

L’Associazione nasce da un gruppo di persone convinte, per esperienza diretta e per principi etici, che non si possa salvare i greyhound e i galgo, senza lottare attivamente per porre fine al business delle corse e della caccia.

Ciò che colpisce di questi levrieri è che ognuno di loro è stato voluto, usato e infine scartato.
Nessuno di questi cani è frutto di un incidente, anzi. Le cucciolate vengono studiate e pianificate con grande attenzione. La metà dei cuccioli viene “scartata” (uccisa) già da subito. Crescendo, un altro quarto degli esemplari viene “eliminato” (ucciso) perché inadeguato alle aspettative di chi li ha fatti nascere. Scartati pur essendo sanissimi.
Lo scopo è quello di produrre un campione. Campioni nella caccia alla lepre e nella corsa in cinodromi. Usati per lucro o per divertimento.
La loro carriera professionale si conclude attorno ai 2-3 anni di vita quando, non più all’altezza delle aspettative, vengono eliminati nei modi più svariati: eutanasia, vendita/donazione a centri di ricerca, abbandono (spesso con museruola), impiccaggione, colpi di arma da fuoco, vendita per gli interessi delle corse nel Terzo Mondo, morte per fame, folgorazione, randellate.

Secondo le stime dell’Associazione Greyhounds Rescue of Ireland, sono 10.000 i greyhounds di cui non si sa più nulla. Ogni anno. Ma i numeri sono stimati per difetto.

In Spagna sono più di 70.000 i levrieri che vengono uccisi ogni anno, spesso in modo barbaro, alla fine della stagione venatoria e dopo una vita di maltrattamenti. E anche qui le stime sono per difetto.

 

Tutto questo produce il business delle corse e della caccia ogni anno.
Come si fa a giustificare l’esistenza di questo business? E’ impossibile. E’ eticamente impossibile.
Esso è intrinsecamente crudele e dovrebbe essere illegale in tutti i paesi del mondo.

Per questo si batte SOS Levrieri: per porre fine all’industria delle corse e della caccia e per salvare il più elevato numero di levrieri.

E lo fa collaborando con tutte le Associazioni e gli Enti che a livello nazionale e internazionale perseguono questi stessi obiettivi, promuovendo l’adozione in Italia, denunciando abusi e crudeltà contro i greyhound e i galgo, informando e sensibilizzando l’opinione pubblica, partecipando a campagne internazionali a sostegno della causa, sostenendo le iniziative di pressione verso i governi locali per ottenere leggi sulla protezione dei levrieri, rendere illegali il business delle corse e della caccia e punire gli abusi.

 

INFORMAZIONI E ADOZIONI

www.soslevrieri.it

 

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.