Spezia, ritorno alla vittoria al “Picco”

Spezia-Grosseto-2-1

 

SPEZIA (3-4-1-2): Iacobucci 6,5; Romagnoli 6, Goian 6,5; Schiavi 5,5; Piccini 6,5 (46’ Madonna 6), Lollo 6, Musacci 5,5 (59’ Di Gennaro 6), Mario Rui 6,5; Sansovini 6 (70’ Pasini 6), Antenucci 6. (Russo, Pichlmann,  Garofalo, Okaka). All.: Cagni.

 

GROSSETO (4-2-3-1): Lanni 7; Feltscher 6, Padella 6, Barba 5,5, Calderoni 6; Del Vecchio 6,5, Crimi 5 (65’ Souleymane 6); Gimenez 5,5, Brugman 6, Soddimo 5 (58’ Mancino 6); Lupoli 6 (73’ Foglio sv). (Franza, Obodo, Mandorlini, Cosenza). All.: Moriero.

 

 

ARBITRO: Ostinelli di Como 6.

 

MARCATORI: 54’ Goian (S); 88’ Di Gennaro (S); 90’ Del Vecchio (G) su rig.

 

NOTE: Spettatori 5200 circa di cui 991 paganti (4150 abbonati). Terreno sintetico in perfette condizioni;  pomeriggio soleggiato, giornata tiepida. Ammoniti: Lollo, Piccini, Gimenez, Padella. Angoli: 11 a 3. Recupero: 1’; 3’.

 

Finisce con il ritorno alla vittoria, la prima al “Picco” della gestione Cagni, con finale con non per i deboli di cuore di parte aquilotta. In casa aquilotta il tecnico bresciano deve rinunciare per squalifica ai centrocampisti Bovo e Porcari, in casa toscana mister Moriero per lo stesso motivo a Som e Piovaccari. Oggi per la prima volta poi sembra davvero finalmente una giornata primaverile, visto il sole e quindi si farà sentire verso la fine del match la fatica sui ventidue calciatori in campo.

Ospiti che si fanno preferire nei primi minuti di gioco, lo Spezia sembra bloccato come frequentemente accade ormai in questa stagione al “Picco”.  Al 2’ Padella per il Grosseto di testa mette tra le braccia di Iacobucci. Al 9’ da una punizione sulla sinistra di Musacci, gli aquilotti vanno vicino al vantaggio, prendendo il montante, poi l’azione viene bloccata dal direttore di gara per fuorigioco. Al 10’ Piccini sulla corsia di destra mette alto di poco. Ora i padroni di casa sembrano aver preso le misure ai toscani: al 11’ traversa di Antenucci, sulla ribattuta Goian in mezza rovesciata esalta le doti del portiere Lanni che neutralizza in angolo. Al 19’ ancora Piccini sulla corsia di destra mette in mezzo un invitante assist che Antenucci manca clamorosamente. Il Grosseto sembra subìre gli attacchi dello Spezia, invece al 21’ in area aquilotta c’è un contatto dubbio tra Gimenez e Goian, per l’arbitro è tutto regolare e il gioco va avanti. Al 31’ il Grosseto si fa pericoloso con un tiro appena fuori area di Brugman che trova Iacobucci pronto alla deviazione in angolo. Padroni di casa sempre in avanti alla ricerca del vantaggio: al 33’ Piccini da destra mette in area, di tacco Sansovini trova pronto alla parata Lanni. Il primo tempo si conclude con un colpo di testa innocuo di Gimenez in area spezzina con Iacobucci sempre pronto alla parata.

La ripresa riparte con Madonna dentro al posto di Piccini in casa Spezia, mister Cagni vuole vincere questa partita. Al 50’ Musacci mette alto di poco da buona posizione, sugli sviluppi di un cross venuto dalla destra. Al 60’ Antenucci spreca malamente ben servito da Sansovini: sembrano troppo ansiosi e poco lucidi i calciatori aquilotti. Invece ecco il vantaggio, forse nel momento meno probabile del match: al 54’ Goian sul filo del fuorigioco in area mette in rete con una staffilata di sinistro, su assist di Musacci. Vantaggio aquilotto e Spezia che si copre le spalle con l’inserimento del difensore Pasini al posto di bomber Sansovini, dopo che Di Gennaro aveva preso il posto di Musacci. E proprio Di Gennaro al ’88 coglie il sette alle spalle di Lanni per il 2-0 che mette fine alle preoccupazioni spezzine: ma nemmeno per sogno. Infatti il Grosseto al 90’ riduce le distanze dal dischetto con Del Vecchio, dopo che Lollo in area è reo di aver atterrato il neo entrato Mancino per i maremmani. Finisce dopo 3’ e oltre di recupero, con lo Spezia in piena corsa per ottenere la salvezza e il Grosseto ad un passo dal baratro-retrocessione in Lega Pro.

 

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.