Fiasella, ieri l’incontro con i sindaci

 

Si è svolta ieri pomeriggio nella Sala del Consiglio la riunione indetta dal Commissario straordinario della Provincia Marino Fiasella con i 32 sindaci del territorio.

 

“L’incontro di ieri – dichiara Fiasella – è il primo di una serie che intendo fare sui temi specifici e le problematiche che alcuni Sindaci, anche con toni molto aspri, mi hanno voluto segnalare. In questo momento delicato e complesso le Istituzioni stentano a dare risposte efficaci ai bisogni dei cittadini. Di questo sono ben consapevole e non intendo sottrarmi alle responsabilità che derivano dal ruolo che ricopro. Alle polemiche di questi giorni rispondo confermando che intendo restare al mio posto mettendomi, come sempre ho cercato di fare, a servizio del territorio. Alle polemiche rispondo non con le parole ma con la ferma volontà di entrare nel merito di ogni cosa puntuale che mi è stata segnalata. E’ già prevista la riunione con i Sindaci per la definizione delle tariffe idriche, in applicazione della normativa vigente e resa urgente dalle difficoltà in cui versa Acam. Il 18 aprile ci sarà invece l’incontro con i comuni, il Parco, i comitati e la Regione per la messa in sicurezza del fiume Magra. Mi impegno a fissarne altri cogliendo lo spirito di collaborazione manifestato da molti sindaci che si sono detti disponibili ad affrontare insieme le criticità. Continuo a pensare che il confronto sia l’unica via percorribile anche per comprendere se ci sono stati errori e nel caso affrontarli. In un tempo in cui mancano le risorse economiche è impossibile pensare di poter fare una programmazione capillare di area vasta ma è doveroso provare ad affrontare le cose puntuali, territorio per territorio. Con questo spirito ribadisco e rilancio il fatto che in una condizione straordinaria come quella che stiamo attraversando si debba trovare una diversa solidarietà. Oggi non c’è più il Consiglio provinciale, distinto in maggioranza e minoranza, a rappresentare le esigenze delle comunità e l’auspicio è che ad esso si sostituisca una forma permanente di assemblea dei sindaci. Il mio impegno è quello di mostrare massima disponibilità alla condivisione e sono certo che incontrerò la collaborazione di molti primi cittadini che già ieri hanno confermato la volontà di cooperare.”


Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.