Dario Vergassola sfida Cinzia Aloisini

Siccome dice che i comici non c’entrano nulla con la cultura, invito la signora Cinzia Aloisini a farmi 3 lezioni al Palco della Musica, 3 serate gratuite, divertenti e sapienti, che regaleremo agli spezzini e dove parleremo di teatro, cinema, arte, musica, quello che preferisce lei, un bel dibattito, magari in dialetto spezzino. Io racconterò quel che ho fatto e lei racconterà quel che ha fatto lei da Presidente delle Istituzioni Culturali. Al pubblico non pagante parleremo dei nostri progetti e delle nostre capacità. Magari ci sfideremo anche a cucinare la mesciua, chi vince dirige il teatro Civico!!!”

Così Dario Vergassola, graffiante come sempre, sfida a “duello” uno dei membri della famigerata commissione teatrale, Cinzia Alosini, ironizzando sui criteri richiesti  della “spezzinità” e dell’ esperienza teatrale. Ho raggiunto Dario Vergassola al telefono, in questo momento è a Roma al Teatro Sala Umberto per la tournée del suo spettacolo (www.salaumberto.com) e ci facciamo una chiacchierata sulla famosa short list per “collaboratori” del Teatro Civico.

Criteri di valutazione.

Io critico il metodo con cui è stata messa in piedi questa sgangherata short list: innanzitutto vediamo chi esamina, chi valuta chi, perchè ci vogliono necessariamente persone capaci e competenti. Con tutto il rispetto che porto alla signora Cinzia Aloisini, punta di diamante della cultura spezzina, non credo sia in grado di valutare il mio curriculum. Io non so quali possano essere le sue attitudini al di là degli incarichi che le danno, ma so che io invece, vado in giro e quotidianamente mi confronto con pubblico e critica per portare a casa la pagnotta. Si va in giro, si vedono spettacoli, altri teatri, ci si fa un’idea del mondo, ci si arricchisce.

Il più ambito premio italiano per personaggi di cultura e spettacolo è il Premio Flaviano di Pescara: questo è il terzo anno che lo presento e devo dire che non ho mai visto la signora Aloisini né sul palco né tra il pubblico, anche perché dovrei spiegarle che fuori dal Lagora c’è un mondo.

A proposito di incarichi, sai Dario che l’Aloisini, ora ha avuto un incarico all’interno del cda di Acam?

Acam??? Beh, in questo momento mi pare che Acam abbia problemi ben più grossi, tipo pagare gli stipendi agli operai, vorrà dire che prima o poi ci sarà una persona in più che inseguiranno con i forconi.

Tra gli esclusi eccellenti Loredana Rovagna.

L’esclusione di Loredana è scandalosa, ha portato alcuni suoi ragazzi a ballare con Béjart…. Vorrei sapere se i commissari culturali che hanno stilato  la short list  conoscono anche solo i nomi dei ballerini spezzini che la Rovagna ha portato in giro per il mondo“.

Intanto noi di LaSpeziaOggi abbiamo anche intervistato anche l’assessore alla cultura Diego Del Prato. Con tutta questa polemica forse sfugge che i due collaboratori che hanno primeggiato nelle famigerate short list (Francesca Cattoi per il Camec e Roberto Alinghieri per il Teatro Civico) si sono insediati dal 4 marzo, hanno un incarico di 12 mesi e intanto questo primo è andato, quindi ci piacerebbe sapere quali progetti hanno presentato, a quale programmazione stanno lavorando etc. A quando un incontro pubblico con loro e assessore, direttore delle istituzioni e gli altri commissari?

Intanto ascoltate quindi che dice l’assessore. E qualcuno gli spieghi la differenza tra “consulente”, “direttore” e “direttore artistico” . O dobbiamo continuare a pensare che il tutto non fosse esattamente chiaro nemmeno per lui? Dobbiamo fare una fotocopia del bando (che è on line) per ricordargli quali figure sono state nominate?

[vsw id=”MU5-spgzRwg” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.