Portovenere, aumento delle tariffe dei parcheggi

Sembrava un pesce d’aprile ed invece è tutto vero, un blitz in piena regola che colpisce gli operatori commerciali e turistici di un territorio. Si tratta
dell’aumento delle tariffe di sosta nell’intero territorio di Porto Venere. Un aumento che concettualmente è sbagliato, in un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo, e che in questo caso penalizza in modo forte l’economia delle frazioni.

Infatti dal primo aprile sono aumentati i costi dei posteggi in tutto il territorio di Porto Venere (comprese le frazioni), generalmente con scalini di
aumento di 25 centesimi di euro all’ora. A Porto Venere abbiamo tariffe incrementate di circa il 15%, un aumento giù importante, ma nelle frazioni lo
scatto è stato del 25%, ovvero un colpo che mette in crisi tutti. Con queste nuove tariffe a Porto Venere al massimo si pagheranno 2 euro all’ora, mentre
alle Grazie ed a Fezzano si arriva al massimo al 1,25 euro all’ora.Aumentare del 25% le tariffe di sosta nelle frazioni è un attentato all’economia locale ed agli sforzi che commercianti ed imprenditori stanno facendo per garantire uno sviluppo turistico credibile nelle nostre zone. Il tutto senza aver mai concordato nulla con le associazioni di categoria o con i gli operatori locali, anzi senza aver mai avvisato nessuno di questa scelta impattante. Un vero e proprio atto di forza.

Nelle frazioni, in particolare, il turismo estivo che garantisce un importante fascia di interesse per tutte le attività commerciali vede presenze di qualche
ora. Colpire con un 25% di aumento le tariffe di sosta crea un danno importante e lede il concetto di accoglienza che il territorio si sta costruendo.
Voci di corridoio avevano parlato di un ritocco, non di un salasso. Alle Grazie, dove gli operato locali si sono impegnati per garantire un ‘offerta
estiva ricca di eventi ed appuntamenti, dove vengono offerte sdraie per le spiagge-solarium, dove esiste un tessuto commerciale completo, il visitatore
tipo (per le ore che normalmente si ferma) ora arriverà a pagare un costo ben maggiore di quello dello scorso anno.

Aumentare queste tariffe è stato generalmente sbagliato, ha dato un’immagine negativa al comune, ma colpire le frazione è stato un atto contro il territorio e contro gli operatori commerciali.

Alberto Vignali
operatore commerciale

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.