Buon mercato, trasformiamo lo spreco in risorse

Una scelta solidale e sostenibile allo spreco e di responsabilità degli operatori commerciali della Piazza del Mercato, di alcuni punti vendita e dei gruppi di volontariato.

Quintali di generi alimentari che altrimenti finirebbero in discarica, vengono raccolti settimanalmente da un esercito di volontari provenienti da diverse realtà associative e donati a persone che si trovano in situazioni di indigenza. Una rete solidale che coinvolge tutta la città e che quotidianamente combatte gli sprechi alimentari.

Il Tavolo di Coordinamento e di Contrasto alla Povertà e alle Disuguaglianze è stato avviato nel 2005 dall’allora assessore ai servizi sociali e oggi sindaco Massimo Federici, sostenuto da tutti gli enti pubblici, associazioni di categoria e da oltre 20 associazioni di volontariato operanti sul territorio. Ogni sabato nel diurno di Piazza del Mercato, dalle 13.45 alle 14.45, i volontari distribuiscono pacchi di prodotti. Si tratta di generi alimentari invenduti dai commercianti di Piazza del Mercato o prodotti vicini alla scadenza donati da altri punti vendita (anche supermercati) che chiaramente sono ancora consumabili.

Anche la Marina Militare consegna ai volontari quello che non viene consumato nelle loro mense. Le famiglie “del sabato” sono tra le 50 e le 90. Il progetto Buon Mercato è collegato inoltre con le 2 mense che quotidianamente offrono un pasto (mensa dei Frati di Gaggiola) e una cena (mensa di Via Torino) a persone bisognose.

Purtroppo quello che non viene consumato nelle mense scolastiche non viene donato a Buon Mercato e viene invece buttato via, non ho ben capito perchè visto che lo spreco di cibo è scandalosamente peccaminoso. Dall’avvio di questa campagna sono aumentate le adesioni da parte dei punti vendita e da parte di nuovi cittadini, che desiderano partecipare alle attività come volontari (la vera grande risorsa del progetto). Anche persone che si rivolgono al punto di distribuzione per avere un aiuto spesso prestano la loro opera di volontariato.

Chi fosse interessato a dare una mano può contattare la segreteria organizzativa del progetto presso la Lega Consumatori Liguria in Piazza Chiodo 8 (tel. 0187-29769) o Vivere Insieme (0187.23216), che organizza anche corsi di formazione gratuita per gli aspiranti volontari, oppure presentandosi direttamente al sabato negli orari indicati presso il punto di distribuzione di Piazza del Mercato. Idem per quei negozianti o supermercati che volessero donare generi alimentari.

I volontari vanno a prelevare i prodotti direttamente (dispongono anche di contenitori isotermici per la conservazione) e il punto vendita può scaricare la merce come invenduta.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.