Spezia, che “buco nell’acqua”!

Spezia-Pro Vercelli-1-3

 

SPEZIA (4-3-1-2): Iacobucci 6; Madonna 5,5, Pasini 6, Schiavi 5,5, Garofalo 5,5 (75’ Okaka 5); Bovo 6,5 (67’ Mario Rui 5,5), Porcari 6, Sammarco 5 (77’ Pichlmann sv); Di Gennaro 5,5; Sansovini 5,5, Antenucci 6. (Russo, Lollo, Benedetti, Piccini). All.: Cagni.

 

PRO VERCELLI (4-3-3): Valenti 6; Abbate 6, Borghese 6, Ranellucci 6, Scaglia 6; Genevier 6, Appelt 6, Scavone 6; Ragatzu 5,5 (88’ Germano sv), Eusepi 6 (75’ Iemello 6), De Silvestro 5,5 (68’ Cristiano 6,5). (Miranda, Folkor, Sini, Rosso). All.: Braghin.

 

 

ARBITRO: Tommasi di Bassano del Grappa 5.

 

MARCATORI: 22′ Scavone (PV); 42′ Antenucci (S); 71′ Cristiano (PV); 94′ Iemello (PV)

 

NOTE: Spettatori 5000 circa di cui paganti (4150 abbonati). Terreno sintetico scivoloso reso dalla pioggia intermittente; pomeriggio coperto, con pioggia altalenante. Ammoniti: Schiavi, Porcari, Garofalo, Pichlmann, Ranellucci, Eusepi, De Silvestro. Angoli:10 a 4. Recupero:0’;4’.

 

Lo Spezia perde forse una grande occasione; quella di poter giocarsi la salvezza senza la via degli spareggi. Gli uomini di mister Cagni falliscono uno scontro diretto contro la “spacciata” o quasi Pro Vercelli che al contrario degli aquilotti gioca col “coltello tra i denti” per tutto l’intero match. Aquilotti “scarichi” e preoccupanti, se questo sarà lo spirito “battagliero” per tentare di salvarsi dalla retrocessione da qui alla fine del campionato.

Gara inedita all’ora di pranzo al “Picco”: qualcuno ha preferito il pranzo domenicale e forse a partita conclusa, ha scelto bene.

Mister Braghin calciatore nel Piacenza di Cagni, oggi riesce pure a superare il maestro. Nei primi quindici minuti i padroni di casa sono determinati, sempre a condurre il gioco nella metà campo avversaria: al9’Porcari si fa pericoloso con una diagonale di poco a lato, al10’Di Gennaro spreca malamente da buona posizione e al15’ancora il fantasista aquilotto mette a lato non di molto. Ma sono i piemontesi ad andare in vantaggio: al22’da un rimpallo casuale ecco la sfera a Scavone che tutto solo sul lato sinistro dell’area di rigore trafigge Iacobucci. Piemontesi in vantaggio col minimo sforzo e Spezia a rincorrere. Al27’sospetto fallo in area vercellese con una trattenuta vistosa di Borghese su Antenucci, ma non peril direttoredi gara del match. Lo Spezia malgrado lo svantaggio non si scoraggia e continua ad attaccare anche se occasioni limpide non se ne registrano. Al42’ecco il pareggio: diagonale di Antenucci che in area mette in rete. Il primo tempo finisce in parità con lo Spezia che ha fatto la partita ma i piemontesi hanno sfruttato l’unica occasione dalle parti della difesa spezzina.

Nel secondo tempo accade ciò che i tifosi aquilotti non si aspettano: squadra che perde brillantezza e che arretra lasciando giocare con ardorela Pro Vercelli.Al59’uno spento Sansovini di testa da buona posizione mette a lato con la difesa ospite ferma a reclamare un offside che non viene rilevato. Al71’il neo entrato Cristiano mette a segno la rete del vantaggio piemontese: è bravo Eusepi a stoppare la palla e a servire dal limite il centrocampista che trafigge Iacobucci. Match tutto in salita e malgrado la “girandola” dei cambi per lo Spezia non viene evitata l’ennesima sconfitta che lo porta sempre più in fondo alla classifica. Al94’c’è pure tempo per il “tris vercellese: forse un fallo di gioco pericoloso non sancito né dall’assistente né dall’arbitro ai danni di Iacobucci, lasciano Iemello siglare la rete del definitivo 1-3 piemontese.

Adesso la strada per la salvezza è davvero irta e molto difficile: serve un’impresa, ma una molto “tosta”.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.