Sx: essere o non essere?

Seconda collaborazione per Mistrana e Btomic: Alex Foti, scrittore della Generazione X, intervistato da Dino Taddei del progetto Mistrana, presenta il suo libro “Essere di sinistra oggi” venerdì 22 marzo alle ore 19.30, presso la sede di Via Firenze 27.
«Oggi, se una o uno dice ‘sono di sinistra’, chi ascolta strabuzza gli occhi o fa finta di non aver inteso quella frase ‘sconveniente’. Chi si dice di sinistra appare immediatamente agli occhi dei più una sognatrice impenitente o un nostalgico accanito»: ecco come Alex Foti apre il suo nuovo saggio Essere di sinistra oggi. Guida politica al tempo presente (Il Saggiatore, 2013, euro 14).

Oltre la coltre di polvere esiste una possibilità di riscatto? L’autore non si rifugia in un nostalgia passatista e indica alcuni capisaldi ineludibili dai quali ripartire, come la richiesta di partecipazione e di democrazia reale. Essere di sinistra oggi, per Foti, significa pensare il futuro per cambiare il mondo, risolvere la questione della precarietà e a affrontare la crisi ecologica; ripensare l’Europa e abbracciare il femminismo e i matrimoni gay; usare tecnologia e comunicazione per la società e la democrazia e non contro di esse.

Alex Foti, bocconiano e no-global, è un esponente arrabbiato della cosiddetta Generazione X. Editor di MilanoX, ha scritto “Anarchy in the EU: movimenti pink, black, green nella Grande Recessione” (2009). Fondatore della MayDay Parade, la più importante manifestazione di precari/e in Italia, con la rete EuroMayDay/ Precarious United ha partecipato alle più grandi proteste in Europa, dagli scontri di Rostock e Strasburgo al climattivismo di Copenhagen, fino al fuck austerity di Bruxelles e al blockupy di Francoforte.
Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.btomic.org, contattare direttamente il Circolo o il gruppo facebook (BTOMIC).

Ingresso riservato ai soci Arci.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.