Esce “Il mio cuore nel prato”, secondo disco di Andrea Buffa

E’ in uscita il secondo disco di Andrea Buffa: “IL MIO CUORE NEL PRATO”.

Il poliedrico artista lecchese si mette alla prova con una produzione di grande sintesi che, però, non lascia niente di irrisolto.

In sei brani Andrea compie un cammino attraverso i suoi personaggi, le sue storie, mettendo in luce il tema con il quale si confronta qualunque cosa faccia dalla musica, al teatro, alla televisione: l’Umanità.

Casa mia”, la traccia che apre il disco, è una ballata pop sui fatti che hanno sconvolto la Liguria poco più di un anno fa, per poi ripetersi ancora in questi mesi. Una terra sconvolta profondamente da una cosa banale come la pioggia, che il cantautore lombardo sente come “sua” lasciando intravedere come questa appartenenza sia rinforzata dal fatto che Sonia Cenceschi, chitarrista da sempre al suo fianco, sia proprio originaria di quei luoghi.

Il Cane” è il punto di collegamento narrativo con “Il sogno di volare”, suo album d’esordio e romanzo prossimo alla pubblicazione di Carlo Lucarelli. Lo stesso Andrea scrive sulla copertina del disco: <<Se Carlo Lucarelli ha detto che, per il suo prossimo libro, “la canzone/detonatore si chiama Il sogno di volare” – che ho scritto io – io mi sono fatto prendere da un suo personaggio: “Il Cane”. Chi è il Cane? «Una personalità multipla forse, certamente doppia. Un uomo che quando deraglia e diventa cane scrive sul suo misterioso blog “adesso vengo a prendervi, uno per uno, e vi mangio il cuore”, ma poi, alla fine della schermata si rivolge ai naviganti dicendo “c’è qualcuno che può aiutarmi?”». Così ha detto de “Il cane” che sarà dentro il suo “Il sogno di volare”. Che dire…adesso siamo pari.>>

Il mio cuore nel prato” da il titolo all’album ed è una ritmata riflessione al confine della vita. Suonata in stile folk rock estremamente aggressivo, è caratterizzata da molte considerazioni positive e, in qualche modo, si può considerare il momento decisivo di svolta nel sound di Andrea Buffa.

Forse, anche per ricordare con orgoglio le sue origini musicali, “Mai solo” è una brevissima ballata nel più puro stile autorale. Chitarra e voce per dire della gioia di sentire le proprie canzoni che, cantate e suonate anche da altri, diventano “di più”, rispetto a quello che erano in origine.

Emma” è la storia vera e propria di questo lavoro. In questa canzone dai riflessi latin Jazz, Andrea Buffa narratore racconta di una vicenda senza eroi o vittime a tutto tondo, lavorando proprio su quell’intreccio difficilmente districabile che è l’Umanità delle persone.

Non volo più” è il punto di approdo della musica di Andrea in questo momento: un pop rock a tratti “violento” che non rinuncia alla melodia, sul quale è appoggiata una canzone che ruota attorno all’incubo peggiore di ogni genitore.

Poco più di venti minuti di musica che Andrea e i suoi colleghi hanno deciso di distribuire gratuitamente sulla rete, attraverso il loro sito, copertina compresa.

Una scelta, precisa Andrea, che ha tenuto conto di molti fattori e nella quale abbiamo sentito di fare prevalere la necessità artistica di fare viaggiare la nostra musica piuttosto che il ritorno economico che può dare il mercato del disco in questo momento. Abbiamo in programma di realizzare anche il cd fisico ma, oggi, abbiamo deciso di partire con questa modalità, accessibile a tutti, senza barriere economiche all’ingresso, libera da vincoli di distribuzione. Una situazione che ci è parsa più in linea con i contenuti del disco e l’essenza del nostro lavoro.

Il disco è ascoltabile e scaricabile all’indirizzo: www.mancamezzora.it

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.