Comitato Cernaia: con lo stop al progetto, recuperare il tempo perduto e curare gli alberi.

 

Il “Comitato difesa Cernaia”, nel ringraziare il Consiglio Comunale per aver votato all’unanimità la mozione per fermare il progetto di smantellamento della scalinata storica, ribadisce l’importanza di una tempestiva e non più rimandabile azione di restauro di questo luogo storico, a partire dalla cura degli alberi (finalmente) con una corretta potatura delle imponenti piante di sophora japonica della Cernaia.

Più volte nel corso di questi anni abbiamo lamentato l’incuria e il disinteresse dell’amministrazione per la scalinata, i cui alberi ormai da qualche anno non vengono più nemmeno potati, e che nel frattempo sono cresciuti a dismisura in modo caotico, andando ad interessare con i rami le abitazioni ai lati della scalinata.

Riteniamo che l’Amministrazione debba provvedere urgentemente, prima del risveglio delle piante, a potarle in modo da non danneggiarle o ferirle come purtroppo successo in passato (come testimonia la stessa relazione della ditta incaricata dal Comune) ed a mettere in atto misure curative delle piante così danneggiate.

Il valore (inestimabile) delle piante della Cernaia, così come la scalinata stessa, costituiscono, infatti, un prezioso bene comune da salvaguardare.

Inoltre, dato che già dal 2010 il Comune paventava un possibile rischio derivante dalla temuta, e finora mai dimostrata, instabilità delle piante classificate “a rischio cedimento” in base ad un “controllo visuale” – anche se è pur vero che da allora la Cernaia è passata indenne attraverso scosse di terremoto, nevicate e piogge torrenziali – ci chiediamo come mai in questi anni suglialberi in questione, se davvero sono pericolosi, non siano ancora state effettuate le “prove di carico”, il solo test in grado di stabilire con certezza il livello di stabilità degli alberi.

Ora che il progetto di smantellamento è stato stoppato, ci auguriamo che si proceda alla stesura di un vero e proprio progetto di restauro della scalinata in tutte le sue parti (pietra, ferro battuto, ecc) e di valorizzazione con arredi e illuminazione adeguati, salvaguardandone le caratteristiche storico-monumentali (previsto dal Codice dei Beni Culturali), che hanno fatto di questa scalinata un angolo tipico della Spezia storica, tra i più amati dagli spezzini, ed un polmone verde a due passi dal centro.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.