Scadenza mandato della Presidenza dell’Autorità Portuale di La Spezia. Una lettera dei Comitati

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che il coordinamento dei Comitati dei quartieri del Levante ha inviato al Sig.Ministro alle infrastrutture, al Sig.Ministro all’ambiente, al Dott.Tassoni del ministero dell’ambiente e al Presidente della Regione Liguria.

Al Sig.Ministro alle infrastrutture

Al Sig.Ministro all’ambiente

Al Dott.Tassoni ministero ambiente

Al Presidente della Regione Liguria

OGGETTO:Scadenza mandato della Presidenza dell’Autorità Portuale di La Spezia.

Con riferimento all’oggetto precisiamo che la Presidenza dell’Autorità Portuale di La Spezia scade verso la fine del mese di Maggio 2013.

Il porto di La Spezia è senz’altro un importante elemento occupazionale sul territorio di una città di mare ciò non vuol dire però che La Spezia debba diventare una CITTA’ PORTUALE.

Tutto questo è confermato dagli strumenti urbanistici vigenti ed,in particolare,dal PIANO REGOLATORE PORTUALE deliberato dal Consiglio Regionale il 19 dicembre 2006 e dal PIANO URBANISTICO COMUNALE.

Infatti tali Strumenti Pianificatori tracciano per il territorio un futuro di sviluppo diversificato ovvero PORTUALITA’-INDUSTRIA-TURISMO ARTIGIANATO ED ALTRO.

Per motivi geografici e strutturali del territorio e della costa il P.R.P ha tracciato nei suoi contenuti una linea di intesa per la convivenza PORTO-CITTA’ considerata la distanza di pochi metri delle abitazioni dei Quartieri adiacenti al PORTO COMMERCIALE.

Purtroppo in questi ultimi 4 anni l’Autorità Portuale ha assunto atteggiamenti contradditori rispetto ai contenuti del P.R.P(STRUMENTO DI LEGGE) ed alle deliberazioni assunte dagli enti locali nei Consigli Comunali dalla cui intesa è scaturito il P.R.P con l’approvazione del Consiglio Regionale Ligure.

Tali atteggiamenti della A.P, in alcuni casi anche di presunta illegittimità,hanno costretto i cittadini dei quartieri del levante del Golfo di La Spezia a ricorrere più volte alla Magistratura(vedi ricorsi al TAR ligure)con l’obiettivo del rispetto del PIANO REGOLATORE PORTUALE e la sua realizzazione in coerenza con le intese.

L’Autorità Portuale con i suoi atteggiamenti non solo ha prodotto ritardi,ma ha gravemente danneggiato anche la stessa operatività e l’equilibrio raggiunto nel P.R.P e nelle intese per la CONVIVENZA-SVILUPPO-LAVORO-DIFESA DELLA QUALITA’ DELLA VITA E DELL’AMBIENTE da qui anche la sottoscrizione con centinaia di firme dei cittadini che danno un giudizio negativo sull’operato dell’attuale Autorità portuale.

I cittadini del Levante ritengono importante e necessaria una DISCONTINUITA’rispetto ai 4 anni trascorsi con la nomina di un Presidente dell’Autorità Portuale competente e disponibile ad affrontare lo sviluppo portuale con una forte integrazione con le istituzioni locali ed i cittadini che non sono contrari ad eventuali finanziamenti privati per la realizzazione del P.R.P. ma nel rispetto delle regole e delle leggi.

Ringraziamo anticipatamente per l’attenzione che vorrete dare a questa nostra e restiamo disponibili per qualsiasi chiarimento.

COORDINAMENTO COMITATI DEI QUARTIERI DELLA COSTA DEL LEVANTE

(Pagliari,Fossamastra e Canaletto)

Il Coordinatore Franco Arbasetti

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.