Gilles Bellemère: “Le quindici gioie del matrimonio”

Scritto nella prima metà del Quattrocento, “Le quindici gioie del matrimonio” è uno dei capolavori della letteratura francese medioevale, ma anche, è soprattutto, un libro irresistibile e graffiante sul matrimonio di tutti i tempi e di tutte le epoche. La sua originalità e la sua attualità sono nell’occhio lucido e insieme ironico con il quale l’autore guarda il matrimonio e, più in generale, il rapporto di coppia. Un rapporto conflittuale, spesso una lotta per il potere, nell’ambito della famiglia, fra i coniugi. Un libro per gli uomini che vogliono difendersi dalle malizie delle loro mogli, ma anche per queste ultime se vogliono conoscere meglio i loro mariti.

 

Gilles Bellemère, al quale viene attribuito da buona parte della critica “Le quindici gioie del matrimonio”, fu vescovo di Avignone dal 1380 al 1408, esperto di diritto e soprattutto di problemi matrimoniali.

 

 

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.