Spezia-Novara, Oronzo non commenta la partita

Spezia-Novara 0 a 6 all’Alberto Picco di La Spezia. Mai nella storia dei bianchi c’è stata sconfitta peggiore.
Mi sono preso una notte per dormirci sopra perché è difficile commentare a freddo una prestazione così. Anche uno dell’esperienza di Oronzo Cana’, che le ha viste tutte, non può capacitarsi.
Il Novara è andato sul velluto da subito, ha preso il centrocampo e dettato i tempi. Hanno corso tutti come forsennati. Hanno dimostrato una superiorità tecnica, anche individuale, imbarazzante.
Lo Spezia di Mister Serena che mi aveva copiato il bi zona, al confronto dello Spezia del nuovo mister Atzori appare una squadra ordinata e ben messa in campo.
Ieri sera si è visto del dilettantismo. A cominciare dai nuovi acquisti di gennaio Musacci, Romagnoli, Guarna.
“Saponetta” Guarna, fa un paio di perle a partita. E’ quasi ridicolo se non fosse tragico in una squadra di B.
Il “pennellone” Romagnoli è sempre in ritardo, legnoso, distratto.
L’”abatino” Musacci è involuto, senza idee e fiacco.
Ieri sera si sono salvati Lollo e Pichelmann. Troppo poco.
La squadra era sempre lunga, in difesa c’erano Benedetti, Schiavi e Romagnoli. Tutti sopra il metro e novanta,lenti, saltati come birilli ad ogni discesa.
Sulle ali Piccini , involuto e inconcludente, e Garofalo, non hanno combinato nulla di buono.
Aristoteles-Okaka, la speranza nera subentrato nel secondo tempo a “crisantemo” Pichelmann, ha fatto solo falli.
Stavolta neanche il Santo si è salvato e non ci ha salvato.
No la partita non la commento. Oronzo Canà si occupa di calcio.
Oronzo Canà

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.