Uscire dalla crisi, le 5 proposte di Riccardo Roffo

Riccardo Roffo, candidato spezzino alla Camera dei Deputati . Indipendente in lista con Futuro e Libertà.

Le sue 5 proposte per uscire dalla crisi economica?

Per uscire da questa gravissima crisi economica mondiale occorre operare sia a livello nazionale che a livello Europeo. A livello continentale il Professor Monti sta operando egregiamente avendo recuperato 3,5 miliardi di euro dal bilancio per gli investimenti nel nostro paese.
A livello nazionale occorre ridare fiato alle imprese, tutelare il sistema bancario, aiutare le famiglie in difficoltà e dare speranza ai giovani. Questo si può fare solo riducendo drasticamente l’IRAP, tagliare l’IRPEF sui redditi inferiori ai 20 mila euro e investire su scuola, università e ricerca. Il tutto recuperando gettito con un accordo con la Svizzera sui capitali di residenti italiani là detenuti. Si può fare in tempi ragionevolmente certi. La proposta è stata fatta per la prima volta da Monti che ha iniziato a lavorare su tale fronte e poi ripresa anche da Berlusconi.
Occorre aiutare le famiglie con maggiori detrazioni per i figli a carico e per i disabili. Non si deve lasciare indietro nessuno.
Dare speranza ai giovani significa farli partire tutti con le medesime possibilità. Aumentare gli investimenti nella scuola e nella ricerca e i fondi per le borse di studio. La decontribuzione per i neo assunti per un periodo non inferiore a tre anni potrebbe facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro.
Per rilanciarle PMI occorre tagliare l’IRAP, imposta ingiusta che colpisce il lavoro . Si arriva a paradossi che con bilanci in profondo rosso si paga quest’imposta.
Occorre creare un piano industriale per il Paese per tutelare la grande industria.Anche le banche devono essere tutelate per tutelare la capacità di investimento e di risparmio, se no il sistema collassa. Devono poi essere potenziati i consorzi fidi ed eventualmente istituire un fondo statale per garantire i finanziamenti alle imprese per il rilancio dell’economia.
E’ prioritario varare la legge anti corruzione per far ripartire il Paese e tutelare la legalità.
Questo è quello che penso e che è in gran parte inserito nell’Agenda Monti.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.