Credevo fosse il Real, invece era lo Spezia

Oggi al Braglia è di scena Sassuolo-Spezia per il campionato B-win. Giornata di sole a Modena, il campo sembra bombardato dalle meteoriti, il pubblico della capolista è scarsino . Lo Spezia di Mister Atzori si presenta in completa tenuta bianca stile Real Madrid con pochi cambiamenti dovuti alle squalifiche. In difesa Goian, Schiavi e Romagnoli. Centrocampo Musacci, Porcari, Bovo. Sulle fasce Garofalo e Piccini. In attacco riesumato Pilchman in coppia con il Santo. Il Sassuolo di Di Francesco in tenuta nero-verde presenta in attacco diversi gioiellini Missiroli, Troianiello, Berardihi, Catellani. Inizia bene lo Spezia con il solito San Sovini, ma nei primi minuti la difesa sbanda diverse volte, protagonisti Romagnoli e Guarna che alterna parate eccellenti a “cappelle” che quella Sistina è piccola…
Be’ bastano 10 minuti e Romagnoli cicca un rinvio, entra Catellani e fa 1a 0. Sembra il solito copione.
Invece lo Spezia reagisce, mette carattere , grinta e corsa. E’ disposto bene in campo e mette sotto la capolista. Le occasioni arrivano e il solito San Sovini fa il miracolo, questa volta di destro dopo aver “ciccato” con il sinistro un traversone, è il 16°. Lo Spezia ci crede, gioca e fraseggia che pare il Real, il Sassuolo scompare. Al 27° su lancio in profondità dell’ottimo Musacci, ecco che l’ex rigormoris Pilchman incrocia un rasoterra teso e preciso che si insacca alla sinistra dell’incolpevole Pomini.
Nel campo della capolista domina lo Spezia, sembra un sogno. Il Sassuolo non ci sta, preme e tira ma stringendo i denti lo Spezia riesce a finire il primo tempo in vantaggio. 1-2, si va al riposo. Si sentono cantare solo i tifosi delle aquile.
Il secondo tempo il Sassuolo parte subito forte. E’ un mini assedio. Ma lo Spezia resiste senza grossissimi patemi.
Ma c’è un aspetto che difficilmente si poteva considerare. L’effetto toscano. L’arbitro, l’empolese Pinzani fischia a senso unico. Al 14° ecco l’invenzione della razza toscana: Piccini in area tenta il rinvio su azione innoqua, mentre sta calciando si inserisce Missiroli che prende un calcione e stramazza a terra . Tutti avrebbero fischiato il gioco pericoloso, anche perché Missiroli era alle spalle di Piccini che non lo vedeva. No è rigore per il toscano. Terranova calcia dal dischetto e pareggia spiazzando Guarna 2 a 2.
Il Sassuolo si rinfranca e galvanizzato dal giocare in 12 contro 11 continua a premere. C’è solo una squadra in campo, e l’altra fa soltanto falli ,o almeno così pare al giudice di gara (!?!).
Beh ci vuole poco a capire l’epilogo, arriva il terzo. Bianchi dal limite fa partire un pallonetto che riesce una volta su un milione . E’ il 20° del secondo tempo. 3 a 2.
Mancano ancora 25 minuti alla fine, ma lo Spezia che prova a riportarsi in avanti è disordinato e ha una sola occasione a pochi minuti dalla fine con Bovo. Entrano anche SanMarco e Bellicapelli Di Gennaro. Non lasciano traccia.
Sembrava il Real e invece era il solito Spezia.

Oronzo Canà

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.