Finmeccanica, l’intervento di Andrea Orlando

Finmeccanica e’ il principale gruppo industriale italiano, quotato in borsa,
che da lavoro a migliaia di persone in tutto il territorio nazionale. Per
tutelare questo enorme patrimonio industriale ho chiesto pubblicamente al
Governo sin dal mese di Ottobre dello scorso anno di sostituire l’attuale
management a tutela della stabilita’ dell’azienda e per scongiurare le svendite
dei gioielli di famiglia che aveva programmato.

Il Pd ha chiesto in più occasioni la nomina di un management temporaneo che si
assumesse la responsabilità di traghettare Finmeccanica sino alla formazione
del nuovo governo, che dovrà provvedere alle nuove nomine in coerenza con il
necessario piano industriale di cui il paese e l’azienda hanno un disperato
bisogno.  E’ necessario agire rapidamente in questa direzione.

La vicenda Finmeccanica dimostra come la corruzione non sia un fatto
circoscritto alla pubblica amministrazione , ma che riguarda purtroppo anche le
relazioni economiche nel loro complesso; per questo la recente normativa
anticorruzione, che necessita di incisive modifiche, deve essere aggiornata
prevedendo anche, come ha sottolineato ieri Bersani, norme efficaci riguardo
alla corruzione internazionale in linea con quelle previste dai paesi nostri
principali partners economici, prevedendo quindi anche la responsabilità delle
aziende per fatti di corruzione commessi a loro vantaggio o nel loro interesse,
nel caso in cui tali aziende non si siano dotate di modelli organizzativi
interni volti a prevenire tali atti.

Non ci si può rassegnare all’idea di un mercato internazionale necessariamente
“torbido”ma e’ necessario agire sia sulla normativa nazionale sia su quella
internazionale per garantire una competizione leale tra le imprese che metta al
bando la corruzione come strumento di competizione.

On. Andrea Orlando, capolista PD alla Camera dei Deputati

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.