Al Nuovo “Cinema Mundus: La Mia Africa”

Inizia lunedì 11 febbraio e finisce il 15  al Cinema Il Nuovo una rassegna di cinema africano “ Cinema Mundus: La Mia Africa” , guidata da un
pensiero di fondo: proporre film dall’Africa e non sull’Africa. Con Cinema Mundus  Il Nuovo intende  avviare uno spazio costante di conoscenza e valorizzazione delle cinematografie sconosciute,  in questo mese   conoscere l’Africa attraverso la pellicola.  I film delle Afriche seguono lo  spirito di cambiamento e “rivoluzione senza armi” ma soprattutto di pensiero all’interno di ogni contesto della realtà africana, è anche il cambiamento ei linguaggi, dei generi e delle visioni cinematografiche che la rassegna  cercherà di mostrare al suo pubblico soprattutto in film della nuova generazione di cineasti africani. Il programma prevede:

Lunedì 11 febbraio alle ore 16 MAKING OFF
Come un teppista delle periferie di Tunisi, che sogna di fare il danzatore, possa diventare un kamikaze integralista.

Martedì 12  LA COLLERA DEGLI DEI
Nel XIX secolo, in un regno dell’Africa nera, prima dell’arrivo dei colonizzatori europei, Tanga, il figlio di un sovrano, prende il potere con la forza. Straordinaria intensità visiva e narrativa per un appassionato ritratto politico, storico e intimista.

Mercoledì 13 BARAKAT BARAKAT
Due donne, Amel e Khadidja, partono alla ricerca del marito della donna più giovane rapito a causa dei suoi coraggiosi articoli. Il loro percorso, denso di pericoli e di scoperte, permetterà alle due amiche di conoscersi più a fondo.

GIOVEDI 14  MASCARADES
Divertente ed ironica commedia in un villaggio nella regione delle Aurès (Algeria) dove gli abitanti si scambiano sentimenti di solidarietà e invidia.

Chiude la rassegna Venerdi 15  RITORNO A TUNISI, di un regista italiano, Marcello Bivona.                                                                                            Verso l’inizio del secolo la comunità italiana in Tunisia aveva dato vita a una straordinaria esperienza di convivenza etnica, culturale e religiosa di cui oggi si sono perse quasi totalmente le tracce. Bivona ricostruisce dunque i suoi ricordi a partire dal 1959, quando è stato costretto a lasciare un paese che sentiva ormai come suo.

Ingresso unico 5,50 soci 4,50 Studenti 3,00  Abbonamento  6 film 15 euro

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.