Spezia, il dopo Ascoli

Mister Atzori commenta così la vittoria rocambolesca di oggi: ”Oggi speravo di disputare un’altra partita, non di certo il tipo di gara che poi abbiamo disputato. Non mi era mai capitato né da giocatore, né da allenatore di essere sotto di tre reti al 50’ e poi di rimontare sino a vincere per 4-3. I ragazzi durante la settimana mi avevano trasmesso sensazioni positive, invece poi oggi durante lo 0-3 temporaneo ho notato tutti i difetti di questi ragazzi giovani che devono avere tempo per crescere. La vittoria di oggi non mi deve illudere, ma far lavorare ancora di più. I giovani devono avere tempo e dobbiamo avere pazienza che apprendano. Ad un certo punto ho rischiato il tutto per tutto inserendo altri due attaccanti: Sansovini e Pichlmann. A proposito di Sansovini devo ringraziare tutto lo staff medico sanitario dello Spezia, se Marco oggi ha giocato è merito loro. Sino a giovedì era in forte dubbio per la botta alla caviglia destra. Sono contento anche di Pichlmann che si è fatto trovare pronto, non era facile. Inoltre vorrei sottolineare la personalità di Musacci che nonostante gli errori ha continuato a proporre in mezzo al campo, questo è sinonimo che il ragazzo ha forte volontà e tanta personalità. La difesa in superiorità numerica non può e non deve concedere opportunità ad un attacco numericamente inferiore. Sabato prossimo a Sassuolo saremo senza Okaka e Antenucci, entrambe squalificati, non importa vedremo in settimana chi prenderà il loro posto”.

Silva commenta molto pacato la sconfitta della sua squadra: “Sconfitta particolare, non posso recriminare verso la mia squadra. Non abbiamo commesso grosse ingenuità, forse se al posto di Peccarisi, fosse stato espulso un altro giocatore di un altro ruolo, l’atteggiamento sarebbe stato differente. E’ anche vero che nel primo tempo abbiamo disputato una buona gara; nel secondo tempo lo Spezia ha meritato soprattutto quando ha fatto giocare ben quattro attaccanti. Il calcio è strano, io ne ho visti tanti di episodi particolari, in un match così non so dove iniziano i meriti degli avversari e i demeriti dei miei ragazzi”.

 

Sansovini commenta la vittoria aquilotta :”Risultato strano soprattutto nella prestazione. Sono felice per la vittoria, poi anche per la mia tripletta. L’Ascoli mi porta bene: lo scorso anno ne feci già una di tripletta alla squadra marchigiana. Siamo stati bravi a non mollare neppure sul triplo svantaggio. E’ anche vero che abbiamo commesso errori clamorosi sul loro doppio svantaggio. Vorrei ringraziare l’operato dello staff medico che mi ha permesso oggi di essere in campo, visto i problemi alla gamba destra. Inoltre sono contento per il mio compagno Pichlmann che conosco molto bene, per averci giocato in passato”.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.