Nascono “I Quaderni” del Centro Lunigianese di Studi Danteschi

Il Centro Lunigianese di Studi Danteschi annuncia la creazione di una grande serie di pubblicazioni: nasce la collana “I Quaderni del CLSD”.
Primo titolo L’Epistola di frate Ilaro, fresco di pubblicazione per i tipi di stampa digitale del portale www.Ilmiolibro.it, facendo capo al
catalogo generale Feltrinelli. Nella collana sono previsti almeno altri 8 titoli; il prossimo, in uscita entro il mese di marzo, sarà dedicato al Canto VIII del Purgatorio.
Non è la prima volta che il CLSD sfrutta questa modalità di produzione: nel 2011 è uscita in questa veste la Via Dantis e nel 2012 è stata la volta di Infinite scintille di pace, antologia riassuntiva di un lustro di Premio di Poesia “Frate Ilaro del Corvo”. Non si tratta di e-book, ma di un sistema di stampa digitale: il libro si acquista sul portale con carta di credito e arriva per posta direttamente al domicilio indicato.
Questo primo titolo, dedicato al tema dell’Epistola di frate Ilaro al condottiero ghibellino Uguccione della Faggiuola, è inerente al monastero di S. Croce del Corvo, a Bocca di Magra. Fu Giovanni Boccaccio a lasciarcene una propria trascrizione (parziale) in un famoso zibaldone autografo conservato in Firenze presso la Biblioteca Mediceo-Laurenziana. Il documento è di straordinaria importanza dantesca: vi si tratta di una concezione iniziale della Commedia in lingua latina (esperienza di cui sono riportati i primi tre versi) e la dedica del Purgatorio a Moroello II Malaspina, marchese di Giovagallo in Lunigiana. Fatta oggetto di critiche a tratti anche feroci, l’epistola ha lentamente recuperato una vera dignità in seno alla critica moderna grazie all’acutezza di alcuni ingegni. Il CLSD non ha mancato di dire la propria fin dal 2001. Insegna il dantista Mirco Manuguerra, presidente del CLSD e autore della nuova pubblicazione, che «[…] se in oltre due secoli non è stato possibile
dimostrare in assoluto la veridicità della trascrizione boccacciana, la stessa cosa può ben dirsi in ordine alla presunta inattendibilità
del documento. In forza di ciò, considerando del tutto inaccettabili le accuse di faciloneria, ingenuità o malafede mosse alla figura del grandissimo copista, l’Epistola di Ilaro a Uguccione della Faggiuola è da considerarsi di principio autentica». Nel libro si ricostruisce l’intero sviluppo delle idee, dal XVIII secolo ad oggi, e si portano nuovi argomenti filologici a sostegno dell’autenticità del documento.
Il ricavato della vendita di questa pubblicazione specifica sarà interamente devoluto dal CLSD alla causa della A.Ami.El, l’Associazione Amici di Elsa.

Info: lunigianadantesca@libero.it

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.