GAS, una mostra di Danilo Sergiampietri

Inaugurata stamattina la mostra GAS, di Danilo Sergiampietri, nato a Castelnuovo Magra, laureato in Architettura a Genova e attualmente residente alla Spezia. Sergiampietri ha realizzato una serie di ritratti su sportelli in lamiera zincata utilizzati normalmente per proteggere i contatori del gas a uso domestico. I ritratti rappresentano persone vittime della Shoah e in particolare della “Rafle du Vél d’Hiv”, drammatico evento verificatosi il 16 e 17 luglio 1942 a Parigi, quando oltre 13000 ebrei francesi vennero arrestati e in parte trasferiti nel velodromo d’inverno: qui oltre 8000 vennero tenuti in condizioni disumane e quindi tradotti ad Auschwitz, dove la maggior parte di loro venne uccisa nelle camere a gas.

L’evento ha la caratteristica di essere stato deciso, progettato ed eseguito principalmente da poliziotti , gendarmi e amministratori francesi. A ricordo di questa tragedia, una targa informa che lì (il velodromo fu poi demolito) furono internati 4115 bambini, 2916 donne e 1129 uomini. Solo ultimamente questi fatti sono stati inseriti nella memoria collettiva.

La mostra s’inserisce negli eventi per celebrare la Giornata della Memoria. E’ possibile visitarla dalle ore 9 alle 18 nella sala d’ingresso del Palazzo della Provincia.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.