BTomic, il 19 gennaio il primo appuntamento con BTomic queer

Presentazione della monografia di Cosimo Santoro e Giuseppe Savoca su Bruce LaBruce, gigante del cinema underground indipendente, e proiezione dell’ultimo film del regista “L.A. Zombie”: sabato 19 gennaio alle ore 17 inizia il programma educativo per eterosessuali presso il circolo Btomic.

Per il ciclo di eventi BTomic queer -Educational shows for heterosexuals che circolo Arci di Via Firenze 27 organizza dal 19 al 31 gennaio, Santoro e Savoca presentano Bruce(X)ploitation. La monografia ripercorre la carriera della controversa figura chiave del mondo LGBT, Bruce LaBruce, regista underground che mescola tecniche e linguaggio del cinema indipendente con la pornografia gay, che si è portato all’attenzione del pubblico nel 1985 quando, insieme al regista e musicista G.B. Jones, fonda la storica rivista J.D.s., manifesto punk del mondo queer, nata per abbattere i confini pregiudiziali e oppressivi in cui la comunità gay e lesbica era isolata.
Gli autori, nell’opera edita da Atlantide Entertainment/Queer Frame, conducono il lettore lungo le tappe principali della carriera dell’artista, dai primi lavori auto-prodotti alla produzione cinematografica, dagli scritti per riviste di arte e di moda fino alle incursioni nel mondo dell’arte contemporanea, della performance, della fotografia e del teatro, sempre utilizzando il linguaggio visivo come spinta alla riflessione sulla società, dissacrandola. I suoi primi esperimenti in Super8 per il cinema si sono poi evoluti nella produzione, scrittura e regia di lungometraggi veri e propri, apprezzati da un pubblico trasversale e presentati a festival di cinema rinomati. Ricordiamo Hustler White (1996) e The Raspberry Reich (2004) proiettati al Festival di Berlino e al Sundance. L.A. Zombie (GER/USA 2010) è il suo ultimo film, avente per protagonista l’attore pornografico francese Francois Sagat. Appartenente al filone New Queer Cinema, racconta di un senzatetto schizofrenico convinto di essere uno zombie alieno inviato sulla Terra, che vaga per le strade di Los Angeles in cerca di cadaveri, con l’intento di avere rapporti omosessuali e successivamente cibarsene, per poi riportar loro in vita attraverso questo atto. L’intuizione è “rivoluzionaria”: stravolgere la figura dello zombie, in questo caso eroico portatore di vita e non causa di morte e contagio. Dopo essere stato bandito da vari festival australiani con l’accusa di oscenità e necrofilia, il film viene presentato in concorso al 63° Festival di Locarno e al Festival del Cinema di Torino.
Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.btomic.org, contattare direttamente il Circolo o il gruppo facebook (BTOMIC).

La proiezione del film è prevista alle ore 18, dopo è possibile prenotare un tavolo per la cena sociale (sono disponibili circa 20 posti), chiamando il numero 339 8113560.
A seguire dj-set dalle ore 22.30.
Ingresso riservato ai soci Arci.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.