BTomic queer- educationals shows for heterosexuals

Il Circolo Arci Btomic presenta BTomic queer – educational shows for heterosexuals. Monografie su registi underground, film indipendenti gay, artisti dai circuiti internazionali: ecco i moduli del programma educativo per eterosessuali presentato dal circolo Arci Btomic a partire da sabato 19 gennaio. Un inizio d’anno rivoluzionario nella sonnacchiosa provincia spezzina: per la prima volta nella storia della città c’è una proposta culturale incentrata sulla queerness, la non eterosessualità che ogni sfumatura di orientamento accoglie, in una concezione della sessualità performativa più che identitaria. Nella città della Spezia, l’omosessualità, apparentemente, non esiste (e, significativamente, la maggior parte degli organizzatori di questo programma non si identifica come gay o lesbica): fugaci incontri nei bagni pubblici, cene tra amiche per essere ammesse alle quali occorre firmare patti di segretezza, silenzio. Il confine tra l’essere riservati sulla propria vita privata e il non esistere pubblicamente di fronte ai propri gruppi sociali di riferimento è molto, troppo sfumato. In questo scenario si inseriscono i cinque appuntamenti del BTomic: artisti queer, senza edulcoranti, senza buonismi, senza venire incontro ai benpensanti con rappresentazioni addomesticate della non eterosessualità, scovati nella scena underground internazionale, che nel loro insieme formano un percorso organico, suggestivo, di valore. Fare cultura è, anche, fare politica: BTomic queer è un esempio paradigmatico di arti performative che attraverso i contenuti che veicolano e le loro modalità espressive sono anche, costitutivamente, politiche. Questa programmazione, in una città con una comunità LGBT (lesbica, gay, bisessuale, transgender) che vive alla luce del sole, costituirebbe una serie di conferenze, proiezioni, concerti, performances, di ottima qualità. A Spezia, questo calendario ha un valore aggiunto. Grida: “Sveglia spezzini, aprite gli occhi, c’è un’altra cultura oltre a quella mainstream, esistono altri modi di essere sessuati oltre all’eterosessualità, non ve l’ha mai detto nessuno? Ve lo diciamo noi!” Non ci resta che seguire questo richiamo e buttarci. Ne usciremo parecchio divertiti, più acculturati, più consapevoli, un po’sbronzi forse, ma soprattutto più liberi.
Elisa Manici

Ecco il programma del ciclo di eventi BTomic queer – educational shows for heterosexuals in dettaglio:

sabato 19 gennaio ore 17: Bruce(x)ploitation -monografia curata da Cosimo Santoro e Giuseppe Savoca di Bruce LaBruce + proiezione film L.A. Zombie
-martedì 22 gennaio ore 22 : Mary Ocher (Berlin) -giovedì 24 gennaio ore 22: She said Destroy! (Bologna)
domenica 27 gennaio ore 22: La Prohibida (Madrid)
giovedì 31 gennaio ore 22: Black Cracker (New York)

Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.btomic.org, contattare direttamente il Circolo o il gruppo facebook (BTOMIC).

I biglietti per i concerti sono acquistabili direttamente presso il Circolo la sera stessa dello spettacolo.
Ingresso riservato ai soci Arci.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.