Taglio alberi, ci risiamo

I tagli degli alberi non si fermano: ieri è stata la volta dei susini selvatici davanti alla gelateria “Nonna Papera”. Abbiamo chiesto spiegazioni a una commerciante della zona: qualche giorno fa è comparso un cartello che invitava a non parcheggiare e ieri si è proceduto all’abbattimento di tutti gli alberi perché, ha assicurato l’assessore Cristiano Ruggia, “malati”. Ora al via i lavori per sistemare il parcheggio e in primavera, nuovi alberi sostituiranno quelli vecchi.

Come sempre, prendiamo per buone le dichiarazioni degli amministratori, ma ci permettiamo di porre alcune domande:

1)  com’è possibile che gli alberi di questa città si ammalino così facilmente?
2) che malattia avevano questi susini ed esiste una perizia che la dimostri? è possibile prenderne visione?
3) quanto costa all’amministrazione (e quindi a noi cittadini) questo continuo tagliare gli alberi per poi piantarne di nuovi?
4) non sarebbe meno dispendioso curarli costantemente anziché aspettare che si ammalino?
5) perché il Comune non ha mai risposto alle sollecitazioni dei commercianti sullo stato, ad esempio, dei lampioni, che presentano fili scoperti e che non vengono mai accesi?

Claudia Bertanza e Paola Settimini

 
Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.