Il MoVimento 5 Stelle pone alcune domande al sindaco Federici e all’assessore Paita

Riceviamo e pubblichiamo queste domande che il MoVimento 5 Stelle desidera porre al Sindaco della Spezia Federici e, per conoscenza, all’Assessore Regionale Paita, riguardanti la cancellazione di alcuni siti di interesse nazionale fra i quali quello di Pitelli che comprende tre Comuni e una vasta area collina/mare.
Cogliamo l’occasione per fare presente che l’appello al Ministro Clini perchè non firmi il decreto di cancellazione (firmato da diverse associazioni e comitati) ha già ricevuto, online, quasi duecento adesioni. (link: http://www.causes.com/causes/809686-appello-a-clini-stop-al-declassamento-del-sin-di-pitelli ).
“1. Su quali assunzioni legali o scientifiche si basano le Sue dichiarazioni secondo le quali il decreto ministeriale di deregolamentazione del SIN di Pitelli apporterebbe benefici alle procedure di bonifica?
2. Considerato che la cancellazione del SIN di Pitelli è stata salutata come un passo avanti da parte del Sindaco, quali dei fattori che definiscono legalmente un SIN sono venuti meno?
3.Se non vi sono risorse disponibili per bonificare un sito di interesse nazionale, quali sono le probabilità di avere queste risorse quando il Ministero sarà tagliato fuori dal gioco e dal momento in cui gli enti locali lamentano continuamente un cronico deficit di stanziamenti?
4. Perché una questione così importante per la salute pubblica in una zona martoriata da pericolose fonti di inquinamento non viene discussa con le popolazioni coinvolte?
5. Perché Lei e la sua giunta non dichiarate apertamente che la cosiddetta bonifica della discarica di Saturnia corrisponde ad un riempimento con FOS (frazione organica stabilizzata), con c.d. fanghi verdi e rifiuti come rocce e terre da scavo, tutti rifiuti classificati come speciali e potenzialmente anche come pericolosi?
6. Lei e la Sua Giunta siete al corrente del fatto che numerosi residenti della zona abitano a poche decine di metri dal sito di Saturnia?
7. Se la raccolta differenziata e l’impianto di Saliceti funzionano in maniera così impeccabile (si vedano le risposte dell’Amministrazione alle nostre interpellanze), come è possibile che ci sia bisogno della riapertura di una discarica di tale portata?
8. In quale modo il Comune conta di restituire alla comunità l’area della ex discarica Sistemi Ambientali dopo che le operazione di messa in sicurezza saranno terminate? Quali progetti sono allo studio?”

I cittadini del MoVimento 5 Stelle
Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.