Pomeriggi in musica, esordio domenica 13 gennaio.

I musicofili spezzini sono in festa. Il 2013 si appresta a diventare infatti un anno memorabile per gli amanti della musica, che si preparano a celebrare degnamente il bicentenario della nascita di due geni assoluti, Giuseppe Verdi e Richard Wagner, nati entrambi nel 1813 a pochi mesi di distanza l’uno dall’altro.

La Società dei Concerti della Spezia e il suo consigliere delegato per i progetti speciali, il giovane Andrea Barizza, brillante studente di direzione d’orchestra presso la Hochschule für Musik di Dresda, hanno deciso di raddoppiare: oltre alla quarta edizione de “Aperitivo in Musica” che si terrà fra marzo e maggio 2013 debutteranno in gennaio e febbraio i “Pomeriggi in Musica”, una serie di tre concerti di altissima qualità che vedranno esibirsi sul palco della Sala Dante artisti affermati e giovani talenti.
In questo modo la nostra città, esempio unico in Italia, avrà il privilegio di presentare al pubblico un progetto integrato costituito da sei concerti, tre conferenze a cura dei più importanti musicologi italiani e due film, l’”Otello” di Zeffirelli e “La tentazione di Venere” del regista ungherese Istvan Szabo.

Il 13 gennaio 2013 inaugurerà i Pomeriggi il maestro genovese Andrea Bacchetti con un recital di pianoforte solo dal titolo suggestivo, “La tastiera illuminata”, un viaggio nella musica italiana del settecento, il secolo dei Lumi, nel quale il pubblico potrà godere di brani di autori quali Galuppi, Marcello, Fano, Soler, Scarlatti, Rossini. Con questo concerto Andrea Bacchetti segna un’altra tappa del suo percorso di riscoperta dei nostri autori del ‘700 che sta incontrando unanimi apprezzamenti da parte del pubblico e della critica internazionale, come testimonia il successo dei primi tre CD pubblicati dal maestro e dedicati a Cherubini, Galuppi e Marcello.

La grande musica tedesca farà la sua comparsa nel secondo concerto del 20 gennaio, con un trio di artisti di assoluto valore internazionale: il maestro e direttore d’orchestra Christian Kluttig accompagnerà al pianoforte il soprano californiano Betsy Horne, reduce dal grande successo personale al Galà per il centenario dell’Associazione Richard Wagner di Bayreuth e il basso-baritono berlinese Rainer Scheerer, che ha già debuttato nel “Gianni Schicchi” di Puccini. Anche qui molto intrigante il tema del concerto, intitolato “Io e lei siamo due minatori” dall’incipit di una delle numerose lettere scambiate fra Richard Strauss e Gustav Mahler, i due musicisti che hanno dominato la scena musicale a cavallo fra ‘800 e ‘900 e legati da un rapporto complesso fatto di amicizia e di rivalità. Il pubblico avrà modo di apprezzare le diverse impostazioni musicali che i due artisti hanno profuso nei Lieder, la tipica composizione per voce solista e pianoforte che tanta parte ha avuto nella tradizione musicale tedesca.

I “pomeriggi in Musica” saranno chiusi il 3 febbraio da un giovane e talentuoso artista spezzino, Leonardo Nevari, fresco vincitore del concorso nazionale per giovani pianisti “Città di Osimo”. Nevari presenterà al pubblico il suo “Mosaico di Suoni”, un percorso che spazierà da Chopin a Bach-Busoni, da Liszt a Mozart. Il sontuoso prologo dei “Pomeriggi in musica” farà da apripista come detto alla quarta edizione degli “Aperitivi in musica”, l’ormai collaudata formula che unisce grande musica alla degustazione di specialità gastronomiche della tradizione italiana. Il curatore della rassegna Andrea Barizza presenta un programma di livello assoluto: non a caso per l’occasione, con il patrocinio della locale Camera di Commercio grazie alla sensibilità del suo Direttore Generale Dr. Stefano Senese, gli eventi si terranno presso SpeziaExpò, in una struttura che si candida a diventare un punto di attrazione per i futuri progetti musicali offerti alla città.

L’anno verdiano e wagneriano sarà inaugurato il 10 marzo con “ Egli è Delitto, Punizion son io”, una raffinata riproposizione del “Rigoletto” di Verdi offerta agli appassionati sotto forma di concerto per pianoforte e voci integrato da parti recitate da attori per far vivere agli spettatori la pienezza del dramma verdiano tratto dall’opera “Le roi s’amuse” di Victor Hugo. L’omaggio della Società dei Concerti a Verdi e Wagner continua il 7 aprile con l’attesissima rentreè dell’enfant du pays, il pianista spezzino Paolo Restani che torna davanti al suo pubblico con il concerto “Verdi e Wagner: due geni, due popoli” nel quale,oltre a dare un ulteriore saggio delle sue doti virtuosistiche, consentirà al pubblico di apprezzare le differenti impostazioni stilistiche e le caratteristiche di innovatori dei due grandi musicisti. La quarta edizione degli “Aperitivi in musica” chiuderà in bellezza con il concerto del 5 maggio intitolato “ Wagner, musica di padre in figlio”  che vedrà protagonisti musicisti della Opernstudio Oberfranken di Bayreuth, la città wagneriana per eccellenza gemellata con La Spezia e sede dal 1876 del prestigioso festival wagneriano.

I biglietti sono acquistabili in prevendita presso la Libreria Ricci di Via Chiodo e l’Emporio degli Armadi di Via Veneto 106 oppure direttamente alla biglietteria della Sala Dante. I prezzi sono come sempre attenti alle esigenze di tutti: 7 euro!

Per info: www.sdclaspezia.it

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.