Stavolta lo Spezia non ce la fa, a complicarsi la vita…

Oggi al Menti di Vicenza ultimo match del 2012 per lo Spezia. Per l’occasione Mister Mandorlini manda in campo Mandorlini che non si vedeva da un po’ e l’UFO Mario Rui che non si è praticamente mai visto. In attacco Antenucci e Aristoteles-Okaka per l’indisponibilità del Santo. Colpo a sorpresa anche “bellicapelli” Di Gennaro scalda la panca e dietro le punte gioca Crisetig!

Il Vicenza risponde con un centrocampo di tutto rispetto con Padalino, Semioli e Pinardi freschi di altre platee.

La partita parte con un brutto colpo in testa per Madonna che deve lasciare il campo a Piccini. La squadra non subisce contraccolpi, è propositiva e il Vicenza fa veramente poco. Qualche bella azione nei primi venti minuti con Crisetig vicino al gol. Poi su un affondo lo Spezia si procura una punizione dal limite. Batte Porcari e con una lecca dritta al sette batte l’incolpevole Coser. 0 a 1. Il Vicenza prova a ribattere ma in attacco è veramente poca cosa, il suo capocannoniere il cioccolatino francese Molonda è inspiegabilmente in panca. Lo Spezia prosegue con una certa tranquillità a controllare la partita e a una manciata di secondi dalla fine guadagna un calcio d’angolo.  Colpo di testa di Benedetti  sotto la curva dei tifosi bianchi e gol. 0 a 2. Rientro negli spogliatoi tra i canti di giubilo.

Nel secondo tempo Breda prova a rimescolare le carte con qualche cambio. Entrano Lacsko e Plasmati. Si fa subito male Crisetig e Mister Serena fa entrare “bellicapelli” Di Gennaro. Il Vicenza preme e ha qualche buona occasione. In una in particolare Iacobucci si supera con un doppio intervento prodigioso. Ma al 57° lo Spezia capitola. Punizione del Vicenza dalla trequarti e amnesia difensiva , una delle solite, Martinelli colpisce di testa ed insacca per 1 a 2.

Neanche il tempo di esultare e su palla recuperata da Piccini , lancio per Aristoteles Okaka sulla destra passaggio al centro e “bellicapelli” Di Gennaro fa vedere che quando vuole sa essere un genio del calcio. Piattone dal limite dell’area a fil di palo e 1 a 3. Apoteosi godereccia per i tifosi spezzini al Menti!

Il Vicenza non ci sta , le prova tutte con le buone e un po con le cattive. Breda fa entrare Malonda. C’è un miniassedio alla porta spezzina per accorciare le distanze e all’83° Molonda entrato da poco si lancia in area. L’arbitro generosamente concede il rigore. E’ il 2 a 3. Ultimi minuti al cardiopalma contro una squadra, il Vicenza, che è veramente poca cosa. Lo Spezia prova anche in qualche occasione a complicarsi la vita ma stavolta porta a casa il risultato.

Spezia, con le seconde linee, meglio nel primo tempo. Con, Crisetig , Mandorlini e Mario Rui propositivi. La domanda è a Mister Serena: perché non si sono quasi mai visti in campo? Al mercato di gennaio l’ardua sentenza!

Oronzo Cana’

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.