Lunedì 26 alle 15 Consiglio Comunale tematico sulla violenza sulle donne.

Abbiamo voluto convocare un Consiglio Comunale tematico in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne perché la violenza contro le donne è un problema globale e come tale deve essere affrontato.

E’ un problema degli uomini che agiscono con violenza e degli uomini che non sono violenti; delle donne vittime di violenza che con coraggio la denunciano, delle donne che non riescono a denunciarla, delle donne che non la conoscono o in tanti casi non la riconoscono.

E’ un problema delle Istituzioni, perché quando una donna viene picchiata, strangolata, accoltellata, acidificata, bruciata, è lo Stato, l’intera collettività ad essere colpevole.

Il Consiglio Comunale della Spezia è presente, per promuovere azioni di contrasto, di prevenzione, di formazione culturale affinchè la relazione fra uomini e donne sia improntata al rispetto della libertà e della dignità della donna e al principio della inviolabilità del corpo femminile.

Sono oltre 100 le donne uccise dall’inizio dell’anno, nel 2011 sono state 137, nel 2010 127. il 70% delle vittime sono state uccise tra le mura della loro casa.

Questi dati sollecitano un’azione più determinata e più incisiva, c’è la necessità di un’alleanza di tutte le forze che vogliono combattere le discriminazioni alle donne a partire dal femminicidio.

In Italia si sono fatte anche buone leggi a tutela dei diritti delle donne e dei bambini, le associazioni conducono ogni giorno battaglie per affermarli, molti professionisti quotidianamente si spendono per questo. Ma dobbiamo essere onesti con noi stessi: nonostante l’enorme lavoro non esiste un progetto organico delle Istituzioni nel quale ognuno trovi il suo posto. Ciò a cui dobbiamo lavorare è a questo piano organico, anche nel nostro piccolo, cercare di fare assumere allo Stato per intero le sue responsabilità.

L’azione di tante forze, dalle associazioni al Parlamento ha prodotto finalmente nelle scorse settimane la firma della Convenzione di Instanbul. Dobbiamo alzare la voce e fare in modo che questa Convenzione ora venga ratificata al più presto e che il Governo faccia proprie le raccomandazioni Onu rivolte alle Istituzioni italiane per il contrasto alla violenza, a partire dalla prevenzione. E’ necessario che chi ha responsabilità pubbliche e istituzionali faccia tutto quanto è in proprio potere per fermare questo massacro. E’ il momento del protagonismo, è il momento della denuncia.

 

Laura Cremolini

Presidente Consiglio Comunale

La Spezia

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.