Nasce dal porto il caso La Spezia…

Il cast dei relatori era di tutto rispetto, al convegno tenutosi stamattina a Villa Marigola, dal titolo “Nasce dal porto il caso La Spezia”.

C’erano due sindaci (il lericino Marco Caluri e lo spezzino Massimo Federici), il Commissario Straordinario della Provincia Marino Fiasella, il Presidente dell’autorià portuale Lorenzo Forcieri, il Presidente di Confindustria La Spezia Giorgio Bucchioni, il presidente di Carispezia Andrea Corradino e diversi imprenditori: Gabriele Volpi,  presidente dello Spezia calcio, Alessandro Menozzi, il “papà” del Porto Mirabello, Cecilia Battistello, Enzo Papi (neo-eletto imprenditore ligure dell’anno), Alberto Maestrini di Fincantieri, Paolo Pierantoni.
Parlano tutti di produttività, della posizione strategica del porto spezzino, della necessità di costruire infrastrutture adeguate, ma di quanto sia difficile il progresso tecnologico in Italia, per colpa della corruzione, della burocrazia.
Ci dicono tutti di quanto sia complesso andare avanti coi progetti perché la crisi attanaglia tutti, anche il porto spezzino che, però, attira tanti imprenditori stranieri.
Tutti sono fiduciosi, il futuro sarà radioso!!!
Il porto spezzino crescerà, diventerà un terminal crocieristico di richiamo, finalmente potremo investire anche sul turismo!!!
Nessuno che dica una parola una sull’impatto ambientale, sulle conseguenze che la cementificazione del mare avrà sulle correnti, sulla flora e sulla fauna del nostro Golfo.
Nessuno che si soffermi a pensare su cosa -ancora- dovranno subire gli abitanti dei quartieri che si affacciano sul mare.

Nel filmato di apertura viene detto che passano, dal porto spezzino, mille camion al giorno, ma non si fa cenno ai disagi degli abitanti di Canaletto e Fossamastra.
Tecnologia, qualità, lavoro umano! queste le parole d’ordine del Presidente Forcieri.

Felici e soddisfatti i relatori, fiduciosi nel futuro, tra il nuovo Waterfront (è tempo di scegliere e agire, dice il sindaco della Spezia), deluse le associazioni ambientaliste che non hanno avuto possibilità di parlare e che sperano in un vero confronto tra tutti gli attori interessati (come per altro prevedono le normative).

Claudia Bertanza e Paola Settimini

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.