Forcieri a Isanbul: nuovi spazi di collaborazione per i porti liguri

Forcieri incontra ad Istanbul il viceministro dellEconomia Mustafà Sever. Si aprono nuovi spazi di collaborazione per i porti liguri. I nostri scali nei prossimi anni investiranno un miliardo e mezzo per ammodernare le loro infrastrutture. Siamo pronti alla sfida per diventare più competitivi.

 Nella seconda giornata di partecipazione alla fiera della logistica in corso a Istanbul, dove i tre porti liguri riuniti nella Ligurian Ports Alliance, hanno presentato le offerte e i servizi di Genova, Savona e La Spezia agli operatori stranieri presenti, è stata tracciata una nuova rotta per collegare l’Italia e la Turchia. “Siamo in un Paese che sta crescendo molto rapidamente, dobbiamo cogliere ogni opportunità di scambio con gli operatori turchi che hanno mostrato interesse per quello che  rappresentano nel panorama europeo i porti liguri”, ha detto il Presidente di LPA, Lorenzo Forcieri che oggi ha incontrato il viceministro turco dell’Economia Mustafà Sever cui ha ribadito  i sentimenti di amicizia e la volontà di collabora zione del nostro Paese.

Ottantadue milioni di tonnellate di merci movimentate dai tre porti della Liguria nell’anno della crisi, risultati che quasi certamente verranno confermati anche per il 2012: con questi numeri Ligurian Ports Alliance ha catturato l’interesse salendo alla ribalta quale porta ideale per raggiungere da Sud il nord Italia e l’Europa centro-meridionale, con evidenti risparmi  energetici e ambientali.

“Per questo motivo non possiamo frapporre ulteriori ritardi negli investimenti per ammodernare e rendere ancora più competitivi i nostri porti” ha detto Forcieri – “nella realizzazione delle opere tutti gli scali italiani riscontrano ritardi pesanti  tra decisione e avvio dei lavori. Anche per questo la portualità italiana ha perso importanti  quote di mercato a favore dei porti spagnoli, francesi e soprattutto del Nord Europa. Non investire oggi pregiudicherebbe ulteriormente la nostra possibilità di crescere in futuro e di tornare a competere in Europa e nel mondo”.

Istanbul 16 novembre 2012

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.