Riapertura discarica di Saturnia: la replica dei Comitati Spezzini ai sindacati

Da un articolo apparso sul Secolo di ieri 24 ottobre apprendiamo che i sindacati hanno richiesto a gran voce la convocazione di una Conferenza di Servizio per decidere in via definitiva quale tra Mangina e Saturnia risulti  sito idoneo ai conferimenti della frazione organica stabilizzata (f.o.s.).
Ribadiamo per l’ ennesima volta che l’ ex discarica di Saturnia ricade nel Perimetro di Pitelli, deve essere ancora caratterizzata, bonificata e svincolata dal Ministero dell’ Ambiente infine espropriata, in quanto  proprietà privata.
Ricordiamo anche che la f.o.s. prodotta nell’ impianto di Saliceti ammonta a circa 20 mila t/anno a fronte di un tasso di differenziata su scala provinciale del 27%. Acam è costretta a smaltire in discarica questo rifiuto speciale poichè Provincia, Comuni e Regione hanno scelto di dotare il territorio di un impianto che tratta  “tal quale”  disincentivando quindi la raccolta differenziata.
Se tali istituzioni avessero investito in questa pratica realizzando un secondo impianto di compostaggio ed evitando di sperperare  milioni per Saliceti, per l’export di fos e cdr, per l’ apertura della nuova discarica di servizio,  potremmo oggi ricavare denari con la vendita del compost e non vi sarebbero particolari problemi a gestire il residuo secco.
Questo chiaro, logico e inattaccabile scenario alternativo non è mai stato preso in considerazione e così ancora una volta con cinica incompetenza si vorrebbe chiudere il ciclo e risolvere le periodiche emergenze, trasformando una cava della Val di Vara in discarica oppure  tornando a devastare i boschi di Pagliari che stanno pian piano rigenerandosi.
La popolazione ed i Comitati non lo permetteranno e si preparano ad impugnare ogni atto amministrativo propedeutico alla riapertura della discarica di Saturnia ed ad esercitare ferma opposizione presso il Ministero dell’Ambiente, ad oggi ancora competente sul sito.
Associazione Comitati Spezzini
 
Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.