Varese Spezia, il commento di Oronzo Canà

Oggi in programma Varese-Spezia al “Franco Ossola” il vecchio stadio varesotto circondato dalla pista ciclistica non è proprio l’arena per un grande spettacolo. Varese in tenuta rossa, Spezia nero completo. La presenza dei tifosi spezzini è nutrita. Lo Spezia deve fare a meno di “bellicapelli” Di Gennaro e della speranza nera Aristoteles Okaka per infortunio. Serena abbandona il classico schema bi-zona per un concreto 3-5-2 con l’ex statua di sale Antenucci in attacco con San Sovini. Dietro rientra Goian che ha il compito di francobollare il gigante d’ebano Ebagua, lo spauracchio della giornata. A centrocampo rientra Porcari (nessuno aveva pianto la sua assenza).
Il primo tempo vede uno sterile possesso palla del Varese con qualche incursione pericolosa di Nadarevic con Piccini in grossa difficoltà a contenere e anche a ripartire. Lo Spezia appare ordinato e la difesa a tre non è quasi mai in difficoltà, il romeno rientrato dalle “fatiche” in nazionale sembra in palla e anche Benedetti e Pasini lavorano bene. In attacco Antenucci è attento e sul finire del primo tempo tira una bomba da 25 metri che la vecchia conoscenza Bressan fa fatica a deviare. Dal calcio d’angolo successivo un altro pericolo per la porta varesotta con il pallone che assume le sembianze della saponetta. Primo tempo 0-0 . Nullo, così come la prestazione di Porcari che ad un minuto dalla fine del tempo si guadagna pure un giallo per un fallo da dietro su Egabua.Bravo!
Inizia il secondo tempo. Goian si fa subito male entra Mandorlini. Il Varese parte a tavoletta: il solito Nadarevic fa un’incursione sulla sinistra e lascia partire un tiraccio diretto al sette, Jacobucci si allunga allo spasimo e fa vedere che lo Spezia il portiere ce l’ha. Sul calcio d’angolo successivo ancora una bella smanacciata, la pagnotta per oggi è guadagnata.
Il Varese prova a fare qualcosa, Castori cambia ma non succede nulla di eccitante per loro.
Nello Spezia Garofalo e Bovo alternano giocate discrete a errori da calcio parrocchia, SanMarco si intravvede appena. Porcari sempre non pervenuto. In attacco si sentono talmente soli che se avessero il cellulare telefonerebbero a casa… La difesa fa piu’ o meno il suo . Ma Mandorlini su Ebagua? Saltato puntualmente.. (no comment) .Serena fa un paio di cambi e prova a ritornare allo schema bi-zona (fate quello che vi pare…) entra Mario Rui esce Garofalo, poi l’austriaco Pilchman per San Sovini .Lasciano il tempo che trovano. Ultimi tentativi dei rossi. Rientra in gioco il fattore C del Mister e il Varese, stanco, non affonda. Finale 0-0 . Una noia mortale.
Oronzo Cana’

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.